Commenta per primo
Da oggi, meglio, da ieri sera, la Juventus sa di avere in pugno Jorge Martinez. Lo sa perché l’in­contro con la dirigenza del Catania si è concluso bene, molto bene. E a questo pun­to l’esterno uruguagio ha scavalcato Milos Krasic. Si sapeva che il mercato della società bianconera, una vol­ta scelto Del Neri, si sarebbe concentrato molto sugli esterni. Ed è lì che il dg Ma­rotta e il responsabile del­l’area tecnica Paratici stan­no battendo: già ufficializza­to Pepe, registrata la frena­ta russa per chiudere Kra­sic, ecco che è partito l’affondo a Martinez. Ed entro 48 ore dovrebbe arrivare an­che l’ufficialità. C’è da ac­cordarsi bene sulle modalità del pagamento. Perché per Martinez il Catania in­casserà solo cash.
 
I FATTI - Ieri Marotta ha incontrato la dirigenza del Catania: cli­ma costrutti­vo. Il Catania ha sempre detto di vole­re solo dena­ro fresco, la Juve avrebbe preferito in­serire un gio­catore nell'affare: sic­come però non c'è la vo­lontà di man­daretutto all'aria, ecco che il ds siciliano Lo Monaco ac­cetterà di fare un piccolo sconto rispetto ai 15 milioni richiesti inizialmente accet­tando di chiudere l'affare a 12,5-13. Le modalità di pa­gamento non sono dettaglio da poco, ma la soluzione ar­riverà: Pepe, per esempio, inciderà sul prossimo bilan­cio per soli 2,5 milioni, da implementare poi di altri 7,5 nei successivi tre esercizi. Il che significa che il centro­campista azzurro graverà molto relativamente sulla chiusura dei prossimi bilan­ci bianconeri. Detto di Martinez, è chia­ro che le notizie da Mosca su Krasic verranno attese in maniera molto più tiepida a Torino: perché il serbo fini­sce dietro l’uruguagio nella scala delle preferenze e ine­vitabilmente sfuma: l’atten­dismo (o gioco al rialzo?) dei russi non ha remato a loro favore . Con Martinez e Pe­pela Juve sulle corsie ester­ne sarebbe a posto. Certo, è probabile che oggi l’ammi­nistratore delegato del Cata­nia Lo Monaco incontri la Lazio, per onorare un ap­puntamento. Ma ora, salvo clamorosi capovolgimenti di fronte, sembra difficile su­perare l’intesa raggiunta tra il Catania e la Juve. A.