369
E’ un gioco al massacro, tipico del calcio: quando sei in difficoltà ti distruggono, ma sono pronti a osannarti non appena vinci due partite (dimenticando in un istante tutto quello che hanno detto in precedenza). E’ quanto sta accadendo alla Juve dopo questo avvio di campionato, nel quale ha conquistato appena un punto in tre partite, una miseria. Che ci siano lacune gravi nell’organico, lo diciamo da almeno due anni (e ci siamo presi pure molti insulti per questa nostra opinione). Che le scelte societarie da qualche tempo siano incomprensibili, è un altro elemento che abbiamo sottolineato in tempi non sospetti. E’ però incomprensibile, e forse anche poco onesto dal punto di vista intellettuale, prendere a pretesto la sconfitta di Napoli per azzannare la Juve, anche se si aggiunge ad altre due gare andate male (a Udine per colpa del portiere, con l’Empoli per colpa di tutti).

CONTINUA SU ILBIANCONERO.COM