210
E' arrivato a sorpresa, con la Juventus che in due settimane ha aperto e chiuso una trattativa che ha regalato a Pirlo il suo nuovo centrocampista. Weston McKennie è arrivato in bianconero dallo Schalke 04, ripercorrendo le orme di quell'Arturo Vidal prelevato dalla Bundesliga (era al Bayer Leverkusen) e non ancora conosciutissimo. E lo statunitense, come il cileno, è un giocatore cuore, corsa e tecnica, uno di quelli box-to-box, che ti copre il campo, che lo trovi a chiudere un contropiede avversario e poi nella metà campo offensiva per accompagnare il ribaltamento di fronte (anche se Vidal ha più gol, per il momento, nei piedi). Uno di quelli che si sposa con le idee di Andrea Pirlo. 

BOX-TO-BOX - Lo si è visto calato alla perfezione nella sua nuova realtà già nella sfida contro il Novara: davanti alla difesa, nel primo tempo, ha dato buona prova di sé nel recupero palla e in fase di impostazione. E da Pirlo non può solo non imparare, lo ha dichiarato lo stesso classe '98, nato a Little-Elm, in Texas: "​Mi piace giocare box to box, rubare palla è un mio punto di forza. A Pirlo piacciono queste mie caratteristiche, siamo d’accordo sulla posizione, poter imparare da un maestro come lui è eccezionale". Se quindi Pirlo e McKennie andranno a braccetto, con l'ex centrocampista di Milan e Juve che è rimasto colpito dalle qualità dell'ex Schalke, alcuni tifosi hanno ancora qualche perplessità. 
IL PASSAPORTO... - Il motivo non è tecnico, assolutamente: McKennie è uno di quei giocatori che può conquistare le folle per il suo modo di giocare e intendere il calcio. Il problema, per una parte dei tifosi bianconeri, è un altro: lo status di extracomunitario. Dopo l'arrivo di Artur, brasiliano, la Vecchia Signora ha deciso di puntare sul ragazzo statunitense, che prima di arrivare in Europa era pronto a iscriversi all'Università della Virginia, occupando così il secondo slot e bloccando, quindi, l'arrivo di un altro giocatore extracomunitario proveniente da un altro campionato. Uno come Suarez, per intenderci. "Troppo presto": per alcuni supporter bianconeri bisognava aspettare e temporeggiare, non chiudendo, a quasi un mese dalla chiusura del mercato, la possibilità di prendere un giocatore senza passaporto comunitario. Ma è andata così. E ora non resta che aspettare il campo, l'unico che può dire se la Juventus ha fatto bene, o meno, a chiudere altre strade per puntare, con forza, su quella a stelle e strisce. Quella che ha portato Weston McKennie alla corte di Andrea Pirlo. 

@AngeTaglieri88