James Rodriguez è sul mercato. Sul mercato dei top club, s'intende; ma comunque sul palcoscenico delle trattative, avanti con incontri e riunioni. Non è un caso che Jorge Mendes, potentissimo procuratore portoghese che ha portato Cristiano Ronaldo e Cancelo in Italia, si sia attivato da mesi per trovare una soluzione ad una situazione che si fa davvero delicata: non ci sono garanzie sul riscatto da parte del Bayern Monaco che non ha ancora scelto l'allenatore per il prossimo anno, un passaggio fondamentale; eppure il via libera ai 42 milioni da versare non è arrivato e soprattutto il Real Madrid non ha intenzione di puntare nuovamente sul colombiano. Pur essendo gradito a Florentino Perez, non c'è feeling tra James e Zinedine Zidane per cui si sta cercando una nuova soluzione ai massimi livelli. LA SITUAZIONE CON LA JUVE - Nelle frequenti chiacchierate con il ds Fabio Paratici, Mendes ha continuato anche di recente a inserire James Rodriguez nei discorsi per la Juve che verrà: la priorità bianconera va sempre a Joao Felix nelle valutazioni con l'agente lusitano, eppure James è un'idea che ritorna perché il Bayern ha congelato la situazione e l'Italia è una destinazione che stuzzicherebbe non poco l'ex Monaco. Insomma, Rodriguez tenta la Juventus che per adesso ha preso tempo: non è una priorità, questa la versione bianconera sull'opportunità James per l'estate. Il resto lo dirà il mercato tra cessioni, valutazioni tecniche e soprattutto costi dell'operazione; di certo a Torino non farebbero follie per il colombiano ma se una porta resta aperta è solo a determinate condizioni. Ad oggi, James Rodriguez non è in cima alla lista della Juve che però sa bene come avrebbe un canale privilegiato dovesse decidere di sferrare l'assalto. Priorità ai sogni Isco e Pogba, pur sapendo delle poche speranze su entrambi i fronti. Poi, sarà tempo di eventuali altre valutazioni: James può attendere.