107
Max Allegri ha un piano ben preciso per Kaio Jorge. Intanto lo ha tolto dal mercato, almeno pubblicamente. Poi dopo averlo spronato e coccolato ma centellinato decidendo di sacrificarlo sull'altare della lista Champions, ha deciso di puntare su di lui. E ora, aspettando risposte positive, è convinto di poterlo utilizzare con continuità. Resta un momento particolarmente delicato per la stagione di Kaio Jorge, forse decisivo. Perché tra Bologna e Cagliari avrà l'opportunità di mettersi in mostra, proprio quello che chiede fin da quando è arrivato. Il tecnico bianconero lo ha sempre tenuto in considerazione, l'ha osservato con attenzione durante gli allenamenti, parlandone come di un ragazzo “sveglio” ma anche di qualità, ha apprezzato la sua capacità e la sua disponibilità a entrare anche per pochi minuti di gioco. Ora però, per scelta e per forza, la Juve ha bisogno di vedere di che pasta sia fatto Kaio Jorge e non solo per uno spezzone. Ora si fa sul serio, l'esame di maturità non può più aspettare.


TITOLARE – Se in passato, giocando uno o magari venti minuti, Kaio Jorge aveva sempre destato buone sensazioni, a Venezia è arrivata una mezza stecca. Non mancano le attenuanti, l'infortunio di Paulo Dybala lo ha costretto a entrare a freddo, fallita una zampata sotto porta poi la sua prestazione è finita per essere risucchiata dal livello della squadra. Ora è diverso, ora ha avuto tempo di prepararsi all'esame Bologna, nessuna interrogazione a sorpresa per Kaio Jorge. Perché Dybala non ce la fa, Chiesa non c'è ancora, Kulusevski partirà dalla panchina. Al fianco di Alvaro Morata tocca a Kaio Jorge o a Moise Kean, ma Allegri per caratteristiche e non solo sembra davvero intenzionato a preferire il brasiliano. Pronto a vivere qualcosa di simile alla sua prima vera volta.
IL MERCATO – Un bel test, anche in prospettiva. O alla peggio una bella vetrina. Perché al momento Allegri non vuole sentire parlare di prestito per Kaio Jorge, senza un sostituto di sostanza preferisce trattenere il brasiliano e farlo crescere sotto la propria ala: un'incoronazione mica da ridere, significa che Max considera Kaio Jorge uno già pronto per la Juve. I sondaggi in ogni caso non mancano, praticamente mezza serie A ha bussato alla porta dei bianconeri per poterlo avere almeno sei mesi a disposizione. Discorsi rimandati almeno di qualche settimana.