238
“La partita è più importante per loro”. Questo messaggio Max Allegri l'ha lanciato parlando di come si immagina Juventus-Milan. L'ha ribadito pure. Ma non l'ha motivato. Lasciando agli altri la libera interpretazione sul perché questa sfida debba essere più importante per i rossoneri. Qualche indizio l'ha dato comunque tra le righe, si può provare a capire allora cosa ci sia dietro queste parole di Allegri. Che tanto per cominciare ha così provato a spostare la pressione sul gruppo di Stefano Pioli, che pure si presenterà all'Allianz Stadium senza la coppia di pezzi grossi Ibrahimovic-Giroud, tutto sommato un tentativo che può rientrare nel più classico del gioco delle parti. Ma poi ci sono altri aspetti che possono anche confermare quanto detto da Allegri, magari a sorpresa, magari senza necessariamente trovare tutti d'accordo. 

QUI JUVE - “La partita è più importante per loro”. Dal punto di vista della Juve si può capire anche in base al fatto che a questo punto, i bianconeri sono comunque in ritardo. Può bastare limitare i danni, può bastare poco per compiere passi avanti e consolidare quelle prime certezze emerse in Champions. Tutto sommato, un pareggio o persino un altro ko, cambierebbe di poco l'attuale momento alla Continassa. Anche perché i conti si fanno alla fine, anche perché ora come ora non si parla più di scudetto, anche perché il primo bilancio si farà solo a novembre. “In quel momento saremo in un'altra posizione”, è certo Allegri. Un punto è poco, due o quattro sarebbero comunque pochi. Ecco perché, forse, questa partita per essere più importante per il Milan che non per la Juve. Anche se una vittoria darebbe tutto un altro senso alle prossime settimane.
QUI MILAN - “La partita è più importante per loro”. Dal punto di vista della Juve, ma spostando l'attenzione nello spogliatoio rossonero, si può capire in base al fatto che è il Milan ad avere un'occasione forse irripetibile per poter dare una mazzata al tentativo della Juve di rialzare la testa. Perdere invece a Torino, a pochi giorni dalla sconfitta di Liverpool, potrebbe invece innescare qualche dubbio in più nella testa della banda Pioli. E al Milan, invece, avere una Juve a fondo classifica oppure più vicina di prima può far cambiare la percezione delle proprie ambizioni.