Commenta per primo
In gol contro il Crotone, l'attaccante della Juventus Alvaro Morata parla a Dazn al termine del match: "Quanto brucia il pareggio? Tanto. E' la seconda partita di fila che siamo con un uomo in meno, ci proviamo, ma bisogna affrontare un po' meglio le partite e uscire subito con voglia e determinazione. Chiesa? Il calcio è così, un cartellino rosso può capitare a chiunque, fa parte del gioco. Basta un millimetro in più o in meno e cambia una partita e bisogna capirlo e mettere la testa alla prossima partita. Differenze con la vecchia Juve? Certo che è un periodo complicato per tutte le squadre e per tutto il mondo questo, calcio e vita generale, c'è un po' meno tempo per lavorare, ma bisogna andare avanti: siamo all'inizio della stagione, l'importante è come si arriva alla fine e dobbiamo lavorarci. La mia prestazione e il gol annullato? Come ho detto un millimetro ti cambia una partita, sono due punti in più, ma non serve a niente lamentarsi. Abbiamo una lunga strada davanti, abbiamo una grandissima squadra e un gruppo umano molto bello, dobbiamo andare avanti verso i nostri obiettivi. Meglio unica punta davanti? L'importante è giocare e vincere, alla fine il modo in cui gioca la squadra conta abbastanza poco, conta portare a casa i tre punti. Oggi non l'abbiamo fatto e bisogna lavorare".