22
In caso di partenza di uno tra Paul Pogba e Arturo Vidal, la Juventus non vuole farsi trovare impreparata e può dire di aver messo un buon margine tra sè e la concorrenza per il centrocampista classe 1995 del Paris Saint Germain Adrien Rabiot. Il giocatore francese va in scadenza di contratto a giugno 2015 e la trattativa per rinnovarlo non è mai decollata; la madre-agente di Rabiot ha intuito che la volontà del club non è di puntare con decisione sulla crescita di un talento purissimo cresciuto nel settore giovanile e lanciato in prima squadra già la scorsa stagione da Carlo Ancelotti.

La decisione di acquistare per circa 20 milioni di euro Cabaye dal Newcastle nell'ultima sessione di mercato e quella imminente di farsi avanti per Eden Hazard del Chelsea sono segnali tangibili su come proprietà e staff tecnico convergano nel non ritenere Rabiot un giocatore centrale nel progetto e lo stesso Laurent Blanc lo ha utilizzato solo in 25 occasioni in campionato, per un totale di 1187'. La Juventus ha approfittato per tempo di questa situazione di frizione e ha strappato un accordo sulla parola con l'entourage del calciatore, per cui in passato aveva fatto qualche sondaggio anche l'Inter e più recentemente il Milan.