30

Angelo Ogbonna è in vendita, ma non si svende. E Daniele Rugani aspetta. Il destino dei due difensori centrali è strettamente collegato, un doppio filo rosso che potrebbe tenerli uniti anche tutta l'estate. Che la Juve abbia intenzione di puntare su Rugani è un fatto: il difensore centrale classe '94 è stato riscattato con sei mesi di anticipo dall'Empoli per bruciare la concorrenza che iniziava a provenire da tutta Europa, 3.5 milioni e l'Arsenal rimane a bocca asciutta. Con Bonucci, Chiellini e Barzagli confermatissimi, che il posto di Rugani sia quello di quarto centrale attualmente occupato da Ogbonna è un altro fatto: ed è da questa condizione che il destino dei due giocatori si intreccia, perché fino a quando Marotta non riuscirà a trovare un acquirente adeguato per l'ex Toro, l'ipotesi di un altro prestito per Rugani rimarrà sempre valida.

 

NESSUNA SVENDITAChe la Juve non abbia assolutamente fretta di risolvere la questione, eventualmente anche sul gong dell'ultimo giorno di mercato, è il terzo fatto. L'operazione Ogbonna complessivamente è costata quasi 15 milioni tra acquisto del cartellino e bonus di squadra raggiunti, dopo due stagioni si è rivelata una grossa delusione ed è inevitabile che ora si stia cercando di correre ai ripari. Ogbonna è quindi finito sul mercato, ma proprio il grosso investimento iniziale non permette alla società bianconera di accettare qualunque tipo di offerta: il prezzo è stato fissato a 9 milioni, possibile che venga accettata anche una proposta leggermente inferiore, ma di sicuro non verrà svenduto né l'ipotesi prestito appare gradita in corso Galileo Ferraris. L'offerta giusta non è ancora arrivata e verrà attesa, anche a costo di decidere ad estate inoltrata di trattenere lo stesso Ogbonna a Torino, rinunciando a lanciare da subito Rugani nel roster dei difensori della Juve edizione 2015/2016. D'altronde le richieste per il centrale dell'Empoli non mancano, per quanto abbia convinto anche Max Allegri, un'altra stagione da titolare fisso in serie A magari in una società ambiziosa (tra le altre, il Genoa è l'ultima ad essersi fatta sotto) non potrà che fare bene allo stesso Rugani, che si appresta a vivere un'estate con la maglia della Juve e la valigia in mano.

Nicola Balice