128
E' una Juve che tenta di andare oltre l'emergenza quella che inizia la settimana che porta al big match di domenica sera a San Siro contro l'Inter. Il Covid (Alex Sandro, Cuadrado e de Ligt) e i postumi dello spigoloso match vinto ieri sera con il Sassuolo (Dybala, McKennie, Chiesa), riducono le possibilità di scelta di Andrea Pirlo in vista della sfida con i nerazzurri di Antonio Conte. La rosa della Juve in ogni caso consente al tecnico, anche in questa situazione, di avere alcune alternative di formazione, in particolare a centrocampo e in difesa. Molto più limitate invece le possibilità di scelta in attacco, il reparto sul quale non a caso sta lavorando in queste ore Fabio Paratici sul mercato.  

PORTIERE - Il titolare è Szczesny, con Buffon che tornerà invece in Coppa Italia col Genoa.

DIFESA - Scelte forzate, ma non troppo. Aspettando i tamponi di Cuadrado e Alex Sandro (il 15 sarà il giorno chiave), ci sono due linee di difesa da poter ipotizzare: Danilo-Bonucci-Demiral-Frabotta oppure Demiral-Bonucci-Chiellini-Danilo, per poter arginare con il brasiliano lo spauracchio Hakimi sulla fascia sinistra bianconera. Sicuramente out de Ligt, causa Covid, essendo risultato positivo solo venerdì 8 gennaio.
CENTROCAMPO - Chiesa stringerà i denti a dx, dall'altra parte c'è Ramsey. In mezzo dipende da McKennie, il gioco delle coppie tra mediani comunque è continuo e Bentancur-Rabiot sono forse in leggero vantaggio su Arthur.

ATTACCO - Ronaldo e Morata, con Kulusevski prima alternativa. Anche arrivasse una svolta dal mercato (vedi Scamacca) le scelte son queste.

LA FORMAZIONE PIU' PROBABILE AD OGGI - ​Szczesny; ​Danilo-Bonucci-Demiral-Frabotta; Chiesa, Bentancur-Rabiot, Ramsey; Morata, Ronaldo.