15
L'interruzione forzata causa coronavirus di campionati e coppe europee permette alle società di iniziare a programmare anche le prossime mosse di mercato, per un'estate che potrebbe concedere un lasso di tempo inferiore per perfezionare tutte le manovre. La Juventus ha ben chiare quali saranno le priorità per la prossima campagna e tra queste c'è l'acquisto di un nuovo terzino a sinistra, con un nome già cerchiato in rosso sulla lista di Paratici: Emerson Palmieri.

LE CONDIZIONI - Un profilo, quello dell'esterno italo-brasiliano, che i bianconeri avevano sondato prima ancora del passaggio al Chelsea e che a gennaio avevano corteggiato con insistenza, incassando il no secco dei Blues. Al netto del Covid-19 che ora ha fermato anche la Premier, la situazione del giocatore a Londra è cambiata radicalmente: il rilancio di Marcos Alonso, diventato un punto fermo per Lampard, ha chiuso gli spazi per l'ex Roma, finito sempre più ai margini della rosa. Una cessione a fine stagione non è quindi più uno scenario remoto ma un'ipotesi reale e per la Juve Emerson costituisce sempre la prima scelta per diventare un'alternativa o l'erede di Alex Sandro sulla fascia sinistra. Il Chelsea, tuttavia, non ha intenzioni di fare sconti: la richiesta è di 25-30 milioni di euro, una cifra che Paratici intende limare al ribasso sfruttando le diverse scelte tecniche di Lampard. La Juve non molla Emerson, il Chelsea fissa le condizioni: appuntamento in estate per entrare nel vivo dell'affare.