132
Dopo Arthur, il prossimo obiettivo per il centrocampo della Juventus risponde al nome di Jorge Luiz Frello Filho, meglio noto come Jorginho, per un centrocampo bianconero che, se l’affare andasse in porto, assumerebbe a quel punto forti connotati brasiliani. Per il classe 1991 nato a Imbituba, in Brasile, e poi naturalizzato italiano e diventato giocatore della Nazionale, insiste ovviamente Maurizio Sarri, che a Napoli ha allenato Jorginho nel momento migliore della sua carriera e poi lo ha avuto con sé anche al Chelsea. 

STRADA IN DISCESA - Da parte sua, l’attuale centrocampista dei Blues londinesi (contratto fino al 2023) non vede l’ora di tornare in Italia, e la Juventus sarebbe una destinazione graditissima, soprattutto se ad allenarla fosse ancora il suo mentore Sarri. Per Fabio Paratici dunque non sarebbe un problema trovare un accordo economico con il giocatore e con il suo entourage. E non dovrebbe essere estremamente difficile, per la Juventus, anche la trattativa con il Chelsea, perché Jorginho, pur avendo disputato 44 match nell’ultima stagione (con 7 reti) è uno di quei giocatori che Frank Lampard non considera fondamentali per il suo progetto. Forte della volontà del giocatore e con un Chelsea ben disposto, non dovrebbe quindi trattarsi di un’impresa improba quella di trovare un’accordo anche per una cifra leggermente inferiore ai 40 milioni finora richiesti dal club londinese (che, non dimentichiamolo, nell’estate del 2018 pagò al Napoli 60 milioni più 3 di bonus per Jorginho).
CON SARRI DESTINI INTRECCIATI - Tutto a posto quindi? Nient’affatto, paradossalmente, perché per l’arrivo di Jorginho a Torino è fondamentale la permanenza di Sarri alla Juve. E la conferma del tecnico neo campione d’Italia sulla panchina bianconera, nonostante la conferma e le rassicurazioni di Paratici, non è del tutto certa. Un passaggio fondamentale sarà sicuramente quello rappresentato dal ritorno degli ottavi di finale di Champions League, in programma venerdì all’Allianz Stadium, quando la Juve sarà chiamata a ribaltare la sconfitta subita in Francia per 1-0 a febbraio, ​per accedere alla Final 8 di Lisbona. Dopo venerdì sera ne sapremo sicuramente di più, sia sul futuro di Sarri che sull’ipotesi di un trasferimento di Jorginho alla Juve