409
Queste le parole di Andrea Pirlo, allenatore della Juventus, a Sky Sport dopo la sconfitta contro il Porto: "L'approccio è stato sbagliato, quando prendi un gol così dopo un minuto ti viene paura, ti mancano le sicurezze, che non dovrebbero mancare in un ottavo di Champions League. Abbiamo preso un gol strano e loro hanno messo in piedi la partita che volevano. Sono stati bravi a chiudersi. La stanchezza c'è dopo tante partite impegnative, ma questo non doveva succedere in un ottavo. Fortunatamente il gol di Chiesa ci dà fiducia, a Torino sarà un'altra partita. Per De Ligt è solo un crampo, Chiellini ha avuto un risentimento al polpaccio, Morata non stava bene, a fine partita si è dovuto sdraiare, ha avuto un piccolo svenimento. Oggi la palla si è mossa troppo lentamente, non abbiamo letto bene le situazioni. Avevamo preparato bene la partita, ma il gol ha cambiato tutto. E' diventata dura, gli abbiamo consegnato il match su un piatto d'argento".

SUL RIGORE - In conferenza stampa ha parlato anche del mancato rigore, per contatto tra Zaidu e Ronado: "​È un episodio che pesa. L’arbitro ci ha dato una spiegazione tutta sua dicendo che la partita era praticamente finita. Ma era rigore netto, bisognava avere il coraggio di andarlo a rivedere".