69
I tifosi della Juve lo stanno aspettando e lui non vuole farli attendere a lungo. Paul Pogba sta lavorando per tornare in campo e aiutare la sua squadra in questo momento difficile. Il centrocampista francese è tornato a parlare in un’intervista a GQ, queste le sue parole.
 
JUVE - “A me piace pensare e dire che è il mio cuore che ha fatto la scelta. Era il momento giusto per tornare. Anche per gli infortuni, gli ultimi tre anni a Manchester non sono andati come volevo, non è un mistero. Anche la Juve arriva da due anni in cui non ha vinto lo scudetto, quindi era una bella sfida per entrambi. Era il momento giusto per ritrovarci e riprendere a vincere”. 
 
NOSTALGIA – “Io voglio giocare sempre, e voglio dare il massimo. Dentro di me so che questa maglia è speciale, tira fuori il mio meglio. Abbiamo costruito una bella storia insieme io e la Juve. Non l’ho mai dimenticata anche quando sono andato via. Tornare qui per me è sempre un motivo di spinta, di stimolo a fare bene. Non ho mai avuto dubbi che questo fosse il mio posto”.
 
ALLEGRI – “Ho sempre avuto un rapporto molto forte con il mister. Bello, onesto. Lui mi conosce e mi ha sempre spinto quando eravamo qua insieme. Anche quand’ero a Manchester siamo rimasti in contatto e abbiamo parlato molto”.
 
TIFOSI – “Quando sono andato via i tifosi sono stati molto riconoscenti per gli anni insieme. Ero giovane e mi hanno spinto, ho sempre sentito l’amore di questi tifosi. A Manchester non era così. I tifosi li ringrazio per i messaggi e il supporto che mi hanno mostrato sui social e di persona. Davvero incredibile. A loro prometto che lavorerò duro per tornare in campo il prima possibile, e per aiutare la squadra a raggiungere le vittorie che merita”.
 
INFORTUNIO – “Mi piace affrontare le sfide del calcio e della vita, belle o meno che siano, con positività e sempre col sorriso. Ogni giorno sto lavorando duro per tornare presto. Amo il calcio e voglio tornare a giocare”.