273
Emergono nuovi importanti dettagli sulla polemica nata nel corso del weekend nell'immediato post-partita che in realtà partita non è stata, fra Juventus e Napoli. Direttamente nella pancia dello Juventus Satidum, infatti è stata presa la prima decisione di rompere la cosiddetta "bolla" in cui la Juventus aveva messo l'intero organico da venerdì in seguito alla positività di due membri dello staff.

LA SCENATA DI RONALDO - Ed è stato proprio Cristiano Ronaldo il primo a rompere la bolla. Il campione portoghese, secondo la Gazzetta dello Sport, già allo stadio si è reso protagonista di una scenata davanti ai compagni con la dirigenza in cui chiedeva di poter lasciare Torino e raggiungere il ritiro del Portogallo in vista della sfida contro la Spagna (poi pareggiata per 0-0 ieri sera).

LA BOLLA CHE SCOPPIA - Ronaldo aveva già ottenuto un primo tampone negativo e per questo si sentiva al sicuro anche, se da regolamento, sarebbe servito il terzo tampone negativo nella giornata di martedì per certificare la negatività assoluta al virus. Ronaldo non ne ha voluto sapere, ha lasciato Torino e convinto dopo di lui anche i vari Dybala, Cuadrado, Bentancur, Danilo, Demiral e Buffon a fare lo stesso. La Juventus non ha potuto opporsi e si è vista costretta a denunciare i 7 alla ASL di Torino.