27
I campionati e le coppe si vincono partendo dalla difesa. La Juventus lo sa bene dati gli ultimi successi incentrati principalmente sulla solidità della BBBC. Fra Buffon, e il trio Barzagli, Bonucci e Chiellini sta provando ad inserirsi con forza anche Mehdi Benatia. Il centrale marocchino arrivato in estate in prestiti con diritto di riscatto si è dovuto fermare durante la partita persa contro l'Inter per un problema all'adduttore ma ora è pronto per tornare in campo da titolare.

OCCASIONE UDINESE - Nella partita contro l'Udinese non ci sarà Leonardo Bonucci, che non figura nell’elenco dei convocati e tornerà a disposizione per la delicata trasferta di Lione. L'occasione giusta per rilanciare Benatia dopo quasi un mese dalla sfortunata notte di San Siro. Un ritorno fondamentale in ottica del doppio impegno ravvicinato, e la conferma del 3-5-2 di Allegri, passerà molto dal suo rendimento.
BLINDARE DIFESA E RISCATTO - Nelle ultime 4 gare fra campionato e Champions la Juventus non ha mai subito gol. Un compito arduo per Benatia che, però, non ha in ballo soltanto la stagione in bianconero ma si gioca anche il riscatto a fine stagione dal Bayern Monaco. Secondo Tuttosport il destino di Benatia è ancora tutto da definire a livello contrattuale. La Juve lo ha acquistato in prestito oneroso da 3 milioni con un diritto di riscatto importante fissato a 16. Il giocatore non ha alcuna intenzione di tornare in Germania, si trova bene in bianconero e vorrebbe fortemente il riscatto a fine stagione. Per farlo dovrà dimostrare di essere a posto fisicamente e garantire un valore aggiunto che, al momento, è stato limitato dall'ennesimo infortunio della sua carriera. I dubbi del ds Paratici e dell'ad Marotta rimangono, ora tocca a Benatia blindare la difesa bianconera e il proprio futuro alla Juventus.