Commenta per primo

C'è l'accordo con il giovane regista, ma il Pescara vuole alimentare un'asta.
Juve prima sul mercato: ora Verratti e Van Persie.
Ha fretta la Juve, ma soprattutto ha voglia di vincere un altro scudetto: quello del mercato. Il doppio colpo Isla-Asamoah è un segnale preciso sul progetto della dirigenza bianconera per la prossima stagione ed allo stesso tempo è un messaggio alla concorrenza. La Juve non solo ha ritrovato l’appeal europeo per trattare i “top player”, ma ha la forza economica e la rapidità decisionale per compiere autentici blitz (vedi Isla) o bloccare le trattative degli altri per un proprio obiettivo (come Verratti). E che la battaglia di mercato sia con l’Inter, non fa altro che aumentare i giri del motore bianconero. Con l’Udinese, infatti, Marotta era in trattativa da tempo per Asamoah, ma quando ha capito che poteva soffiare Isla ai nerazzurri spendendo la stessa cifra preventivata, ha piazzato la doppia comproprietà. Con 15 milioni di euro la Juve si porterà a casa le metà (più il diritto di riscatto) di due centrocampisti giovani (entrambi classe 1988), già forgiati dalla serie A e di assoluta prospettiva. Ieri, a Milano, i due club hanno completato l’architettura dell’affare (che coinvolge anche Pazienza e Taider, ora al Bologna) e quando i due giocatori torneranno dagli impegni con le nazionali di Ghana e Cile, l’affare verrà concluso.

Il centrocampo resta, però, il campo preferito dell’azione juventina. I bianconeri ora hanno fretta di concludere l’operazione che porta al talentuoso Marco Verratti, dopo il tentativo a sorpresa fatto martedì dall’Inter. Sfruttando una sponda col Genoa, Branca ha provato a prendere il regista del Pescara. L’azione si è interrotta grazie alle pressioni di Marotta su Preziosi (in ballo c’è il destino di Destro, Immobile e Boakye) e al desiderio del giocatore di andare alla Juve, di cui è tifoso (ci sarebbe anche un pre-accordo quinquennale già firmato). Ieri i dirigenti juventini e pescaresi si sono nuovamente confrontati, ma l’offerta di 3,5 milioni più la metà di Giandonato per prendere in comproprietà Verratti è stata respinta. “La Juve vuole prendere il calciatore – conferma Daniele Delli Carri, ds del Pescara - e stiamo valutando il meglio per la società e per lui. Il centrocampista deve restare un altro anno da noi: questa è la chiave della trattativa, ma il costo è più elevato di quanto hanno offerto i bianconeri”. Oltre all’Inter, che non molla la presa, ci sarebbe anche la Roma di Zeman. In più la pre-convocazione in Nazionale ha dato visibilità internazionale a Verratti ed ora la società abruzzese vuole lanciare un’asta pesante. “Se il giocatore non viene valutato dai club italiani per quanto vale in realtà – spiega il presidente Daniele Sebastiani -, allora potremmo anche prendere in considerazione offerte dall’estero come quelle di Psg e Manchester City”. La Juve si fa forte della volontà del giocatore e potrebbe accontentare il club neopromosso, lasciando il centrocampista 19enne ancora per un anno (in prestito) in riva all’Adriatico. Sistemata la mediana, anche in chiave futura, ora toccherà garantire ad Antonio Conte quell’attaccante capace di far fare il salto di qualità alla sua squadra. La Juve gioca su più tavoli e corteggia sempre di più Robin Van Persie, anche perché da Madrid arrivano notizie di un Higuain pendente verso il rinnovo col Real e poco desideroso di scatenare la rottura dopo le rassicurazioni di Mourinho.