È tra i principali argomenti di Fabio Paratici e Jorge Mendes delle ultime settimane. Joao Felix, talento classe 1999 del Benfica assistito dallo stesso procuratore di CR7, è sicuramente uno dei nomi evidenziati sul taccuino del direttore sportivo bianconero. Il giocatore (11 gol in questa stagione), seguito da vicino anche dal Manchester City, ha rilasciato un’intervista a Marca in cui ha parlato del presente e soprattutto del futuro: “All’inizio era difficile, ma con il passare del tempo e l’aiuto delle persone sono riuscito a gestire meglio la fama. Adesso mi fermano più spesso quando mi incontrano per strada. Pressione? No, piuttosto sento la responsabilità di essere visto come un esempio”.

RONALDO - “Nazionale? Sì, mi piacerebbe molto giocare in coppia con Cristiano Ronaldo. Non lo conosco personalmente, ma è un grandissimo lavoratore, un esempio per tutti. Tutti conoscono la sua storia, è stato uno dei migliori al mondo per molti anni e continuerà ad esserlo per molto tempo. Il Real Madrid sente molto la sua mancanza”.

FUTURO - “In questo momento penso solo al Benfica. Siamo arrivati a questo punto con una lotta molto equilibrata per il campionato. Cosa penso quando mi dicono che grandi club come Real, Barcellona, United, Juve e Chelsea mi seguono? Il mio sogno è sempre quello di giocare nelle grandi squadre e nei grandi tornei, ma adesso sono qui e sono felice al Benfica. Clausola di 120 milioni? Non capisco il mercato e i relativi valori, queste sono questioni che riguardano agenti e presidenti”. Nessun riferimento esplicito alla Juve, ma Joao Felix sogna di giocare in una big e… con Ronaldo.