17
Finalmente Miralem Pjanic ha potuto scatenarsi con una punizione delle sue, proprio come auspicato da Max Allegri. E da Gianfranco Zola arriva immediata l'incoronazione di naturale erede di Pirlo per la specialità. Così Zola a Gazzetta: "Si assomigliano molto, entrambi micidiali. Non mi sorprenderebbe che Miralem abbia studiato anche da Andrea oltre che da Juninho, che poi a sua volta aveva ispirato Pirlo. Ci vogliono allenamento e attenzione. Io mi trovavo meglio da vicino, Mihajlovic da lontano, Pirlo e Pjanic riescono in entrambi i casi. La loro tecnica è simile: indietreggiano poco rispetto alla palla, Miralem fa due passi, Pirlo quasi. Poi battono il pallone di mezzo collo interno dando una traiettoria che va dall'alto a sinistra al basso a destra. Colpiscono con le ultime tre dita del piede. Se quella di Pirlo si chiama maledetta, beh, si può chiamare così anche quella di Pjanic".