La Juventus e l'associazione no-profit Hackability si alleano per realizzare soluzioni innovative per favorire l'accesso delle persone con disabilità al mondo bianconero. Il club racconta come tramite un comunicato:

"Soluzioni co-progettate per rendere sempre più accessibile l'Allianz Stadium, lo Juventus Museum e gli Juventus Store: questa è la sfida che Juventus insieme ad Hackability propone ai propri tifosi. La no-profit Hackability, specializzata nel design a impatto sociale, e il club lavoreranno, infatti, per far incontrare le competenze di designer, maker, artigiani digitali, con i bisogni e l'inventiva delle persone con disabilità e realizzare soluzioni che permettano a queste ultime di vivere più facilmente le esperienze proposte da Juventus.

Durante la scorsa estate, tramite un questionario inviato a oltre 5.000 tifosi con disabilità è iniziato un nuovo percorso di ascolto e inclusione.

L’elevato coinvolgimento e l’importante tasso di risposta all’iniziativa, nelle prossime settimane porterà il club, insieme ad Hackability, ad aprire una call per raccogliere idee con l’obiettivo di co-progettare, insieme ai propri tifosi, soluzioni che possano soddisfare al meglio i loro bisogni. Un percorso che porterà a individuare soluzioni progettate non solo 'per', ma soprattutto 'da e con' chi ne ha bisogno
".