63
Scatti e controscatti, sorpassi e affondi. Per Bryan Reynolds si sta scatenando una piccola asta internazionale. L'esterno classe 2001 di Dallas è infatti pronto a spiccare il volo in Europa, dopo aver stregato gli osservatori e addetti ai lavori. E ora la corsa per Reynolds sta per entrare nel vivo. Con tre squadre che più di ogni altra hanno mosso passi spediti verso il suo entourage e la franchigia statunitense. Prima la Roma, poi il Bruges e infine la Juve. Ma è proprio il club bianconero ad aver forse effettuato l'ultimo affondo, quello decisivo.

LA SFIDA – Favorita fino a poche settimane fa, ora la Roma appare distante dal vantaggio accumulato dalle rivali. Un'offerta da oltre 7 milioni è quella partita dal Bruges, con un progetto importante anche a livello internazionale, in Belgio ecco che Reynolds avrebbe da subito lo spazio per imporsi e continuare a crescere. Prima di dire di sì, però, il contatto con la Juve. Che sull'esterno destro crede parecchio, è pronta ad alzare la posta in palio fino a sfiorare i 9 milioni di euro, assicurando a Reynolds di poterlo portare alla Continassa già in estate. Solo dopo aver vissuto però sei mesi in serie A: esauriti i posti da extracomunitario, non potrebbe la Juve ingaggiarlo subito. L'operazione che si sta delineando ha quindi nel Cagliari un ruolo centrale, l'acquisto sarà messo a segno dal club rossoblù che poi lo cederà nelle prossime sessioni alla Juve. 
IL SUMMIT – Contatti continui e parti pronte a definire l'operazione. Nella giornata di lunedì è previsto un nuovo summit a tre, tra la dirigenza bianconera, quella sarda e l'entourage del giocatore. Un incontro forse decisivo. Salvo sorprese all'ultima curva ora Reynolds deve scegliere tra Bruges e Juve, via Cagliari. Ma l'ottimismo dalle parti della Continassa è alto.