Estate 2017, il Manchester City cede per quasi 8 milioni di euro Jadon Sancho al Borussia Dortmund. Una cifra alta, altissima per un ragazzo di 17 anni di belle promesse ma ancora zero minuti nel calcio che conta. Un anno dopo, quell'intuizione di Zorc, si è rivelata l'ennesima scommessa vinta dal Borussia Dortmund, che già si gode il nuovo potenziale crack del calcio internazionale. Un anno di apprendistato gli è bastato per effettuare il salto di qualità, oggi Sancho è il talento in rampa di lancio più in vista del Borussia di Favre, che lo sta gestendo nel migliore dei modi. Ed ora tutti vogliono Sancho. O per meglio dire lo vorrebbero.

LA JUVE C'E' – Compresa la Juve. Al di là delle giocate da fenomeno, al di là di gol e assist, ogni relazione arrivata sul tavolo di Fabio Paratici non lascia spazio ad equivoci. E (anche) la società bianconera allora si è mossa provando a sondare la disponibilità del Borussia Dortmund ad aprire una trattativa in futuro: niente da fare, almeno per ora. Sancho ha appena rinnovato il contratto, firmando il nuovo accordo che lo lega ai gialloneri fino al 2022. Un attestato di stima che equivale ad alzare ulteriormente il prezzo del suo cartellino, già salito di dieci volte almeno rispetto a quanto speso dal Borussia Dortmund per acquistarlo dal Manchester City. Secondo quanto rimbalza da Inghilterra e Germania, infatti, servirebbero già almeno 80 milioni di euro per far vacillare il muro del club giallonero. Una richiesta registrata in casa Juve, aspettando di capire come possa cambiare in futuro lo scenario. Continuando a seguire e a innamorarsi di Sancho.