216
Un’attesa di parole e contatti: fronti diversi, un unico fine. Ancora poche ore, poi si chiuderà il cerchio. Maurizio Sarri e la Juventus: dal blu al bianconero, un idillio oramai prossimo al coronamento. Strada tracciata, scelte fatte, da entrambe le parti, e non da oggi.

PAZIENZA - La Juve lo ha aspettato, senza ansie e patemi. Nessun dubbio sull’inversione netta da dare al futuro bianconero: da Max Allegri all’ex Napoli, e rivoluzione sia. L’accordo tra Paratici e Ramadani, l’intermediario che cura gli interessi di Sarri, c’è da settimane: triennale da 6 milioni più bonus a stagione. L’unico ostacolo rappresentato dal Chelsea, club con il quale, ancora per poco, il tecnico è sotto contratto (fino al 2021). Sarri, archiviata l’esperienza londinese, ha così affidato le negoziazioni con i Blues al suo entourage, regalandosi qualche giorno di relax nella sua Toscana, a Pistoia, tra pranzi, domande provocatorie, di tifosi e non, e ammiccamenti vari.

VIA LIBERA - Ramadani intanto, sempre ragguagliando Paratici, ha lavorato ai fianchi il Chelsea, facendo pesare la promessa (datata circa un mese fa) della dirigenza inglese di rilasciare l’allenatore in modo gratuito. Contatti continui, che hanno prodotto una fumata bianca: difatti, secondo quanto raccolto da calciomercato.com, il Chelsea, forse già domani, dovrebbe liberare Sarri senza richiedere alcun indennizzo, economico e non, alla Juventus. Decisivo l’incontro tra Marina Granovskaia, plenipotenziaria Blues, e Abramovich, a bordo del lussuoso yacht di quest’ultimo, ormeggiato nel weekend a Montecarlo. 

GIORNATA CHIAVE -  Lunedì quindi potrebbe essere il giorno giusto per le comunicazioni ufficiali. Alla Juve, che già pensa alle mosse migliori sul mercato per accontentare l’ex Napoli, potrebbe tornare anche Gonzalo Higuain, il cui destino a Londra, senza mentore, appare segnato. Valutazioni comunque successive ad un annuncio che sembra ormai imminente. Un’ultima notte vestito di blu, poi l’inizio di una nuova sfida. Maurizio Sarri e la Juventus, due rette parallele che, in barba a ogni legge geometrica e sentimentale, sono destinate a incontrarsi.

@andreasereni90