174

Blitz in Germania. Il 2016 della Juventus potrebbe vivere un gennaio intenso ancora una volta sull’asse tedesco, dopo un’estate passata a rincorrere Draxler, poi a corteggiare Mikhtaryan fino all’arrivo (non entusiasmante) di Hernanes. Nei piani di Marotta e Paratici, l’obiettivo numero uno per rinforzare il centrocampo – dove la Juventus vuole un investimento importante – c’è il nome di Gundogan, ormai un pallino per i bianconeri che hanno già fatto due tentativi, entrambi respinti fermamente dal Borussia Dortmund che non vuole privarsi del suo centrocampista. 

TESORETTO ALL’ORIZZONTE - Nonostante la Juventus si sia spinta già oltre i 20 milioni di euro in un contatto ufficiale col Dortmund, un nuovo rilancio è possibile nel caso in cui ci fosse una cessione importante. Il nome di Simone Zaza è il primo sulla lista: l’ex Sassuolo gioca poco e ha chiesto di essere ceduto, quantomeno in prestito ma senza escludere un titolo definitivo visto che la sua avventura a Torino fin qui non è decollata. C’è il Crystal Palace, si è mosso il West Ham, lo aveva sondato il Watford: mercato inglese senza escludere ipotesi italiane, se da Zaza entrassero 17/18 milioni di euro più bonus per la Juve sarebbe un passo importante in direzione tesoretto

MISSIONE IN GERMANIA - Nel momento in cui dovesse esserci pronto un rilancio da almeno 30 milioni complessivi (25 più bonus) per Gundogan, allora la Juventus potrebbe volare in Germania con dirigenti e intermediari pur di ritentare per il centrocampista che adora Massimiliano Allegri, perfetto per identikit tecnico nonché per la sua età e la sua fame di Champions. Il ragazzo giocherebbe volentieri in bianconero, vorrebbe la Champions, aspetta un’altra chiamata. Ci sarà il tesoretto? La Juve aspetta, il Dortmund resiste. Almeno per ora.