128
Lunedì scorso è andato in scena il primo e vero summit in casa Juve con Rafaela Pimenta. La signora dei contratti della galassia Raiola ha infatti preso in mano il timone dopo la tragica scomparsa di Mino, in questa fase della stagione è già arrivato il momento di pigiare il piede sull'acceleratore. E da quell'incontro fiume si è poi andati avanti a contatti continui, perché c'è quel Paul Pogba che rappresenta l'obiettivo numero uno della Juve e non solo, è lui il parametro zero più ambito al mondo, lui prende tempo anche se di tempo in fondo non ce n'è. Questa settimana poi ci sarà un nuovo incontro programmato sempre a Torino, magari subito dopo quel summit con Max Allegri che è già in agenda in casa Juve. Il prossimo sarà un incontro chiave, forse non ancora decisivo ma in ogni caso molto importante. Perché nel frattempo sarà più chiara anche la situazione tecnica al Psg, perché nel frattempo la Juve potrà aver avvicinato le richieste dell'entourage di Pogba.

SUL PIATTO. L'offerta della Juve è stata presentata: 8 milioni netti più bonus (che possono far salire l'ingaggio ben oltre i 10 milioni) per tre stagioni. Questo da un punto di vista economico, Pogba sa di poter ottenere di più altrove e allora spinge almeno per avere un contratto più lungo di almeno un anno. Poi c'è il progetto, alla Juve sarebbe centrale, anche l'uomo copertina con la benedizione di Adidas. Poi ci sono i rapporti, con Pavel Nedved e Max Allegri parla senza passare da alcun intermediario, Torino è una delle sue seconde case e l'ambiente per lui è stato l'ideale. Sono tanti i motivi per dire di sì, sono in tanti a dirgli che dovrebbe farlo, Paul giorno dopo giorno sembra sempre più convinto. Ma continuare a voler valutare tutti i pro e tutti i contro, anche o soprattutto sul fronte Psg: i soldi sarebbero di più, il ruolo sarebbe da co-protagonista se non da comparsa, i nomi del nuovo ds e del nuovo allenatore saranno un fattore. Nel prossimo incontro, Pimenta scoprirà le carte.
GLI ALTRI. Pogba soprattutto ma non solo. Si parlerà anche del futuro di Luca Pellegrini per esempio, con la Juve che ora vorrebbe venderlo nonostante strada facendo si sia ritagliato il suo spazio. Si parlerà anche di Moise Kean, si inseguono voci relative a un suo possibile cambio d'agente, nel frattempo la Juve registra l'interesse del West Ham e studio uno scambio col Psg, ipotesi che passerebbero però dal riscatto anticipato. Si parlerà anche di Matthijs de Ligt, il rinnovo è opzione concreta ma l'olandese vorrebbe abbassare il valore della clausola rescissoria.