25
Danilo terzino e Gianluca Frabotta ala: che la fascia sinistra della Juve abbia qualcosa che non va, è sottolineato una volta di più dalla formazione schierata contro la Lazio. Non che i due abbiano demeritato, in particolar modo il brasiliano si sta confermando un jolly di fondamentale importanza per la formazione bianconera. Ma al di là delle assenze occasionali, come quella di Federico Chiesa che pure sta agendo sulla corsia mancina nell'ultimo periodo, restano dei vuoti da colmare ormai storicamente in questa rosa. Con due soluzioni pronte all'uso. Una interna e una sul mercato.

TORNA ALEX SANDRO – Intanto la Juve è pronta a ritrovare Alex Sandro. La cui importanza è emersa ulteriormente proprio quando il brasiliano non c'è stato, vale a dire in questa prima parte di stagione. Un anno abbondante vissuto da terzino puro senza una reale alternativa con Maurizio Sarri, dopo la sosta è atteso da Pirlo per essere la prima scelta sulla fascia sinistra o come centrale 'alla Danilo', andando quindi a riprendere quel posto che l'amico di sempre ha custodito con ordine in questa fase. 
EMERSON SUL MERCATO – E poi c'è il mercato, che a gennaio potrebbe rivelarsi più utile rispetto ad altre stagioni. Perché in uscita potrebbe esserci Federico Bernardeschi, per esempio. Con la Juve che è pronta a sostituirlo con almeno un giocatore di primo piano, per quanto possa essere l'emergenza a delineare se investire a centrocampo (occhio a Rodrigo De Paul) o proprio sulla fascia sinistra. In tal caso resta Emerson Palmieri un argomento di costante attualità. L'italo-brasiliano nel Chelsea non trova più spazio e spinge per una cessione. La Juve lo segue e lo tenta da tempo, solo il cambio di strategia dei Blues ha impedito ai bianconeri di affondare il colpo negli ultimi giorni di mercato. L'obiettivo è concreto, le condizioni ad oggi restano quelle del prestito con diritto di riscatto. Il giocatore alla Juve avrebbe già detto sì da qualche stagione, manca il sì del Chelsea.