29
Tutto su Alvaro. O quasi. Senza Cristiano Ronaldo positivo al Covid e con Dybala in dubbio per una gastroenterite, per la gara contro il Crotone Andrea Pirlo punta ancora una volta su Morata, già lanciato titolare al debutto contro la Roma. Insieme a lui Kulusevski e Federico Chiesa, all'esordio con la maglia bianconera. Un tridente inedito per la sfida dell Scida, tre volti nuovi per un attacco completamente rivoluzionato ma senza perdere qualità.

IN CERCA DI RISCATTO - A dire il vero la prima di Morata con la Juve non era andata benissimo: lo spagnolo ha giocato poco meno di un'ora nella sfida con la Roma, prestazione negativa e un solo strappo nella ripresa prima di essere sostituito da Douglas Costa. Bocciato? Calma, andiamoci piano. Perché Alvaro era stato schierato in campo con appena tre allenamenti alle spalle. Gli mancava ancora quella fase di rodaggio che invece oggi ha completato anche grazie alla sosta per le nazionali. Alvaro scalpita e vuole dimostrare quanto vale, lo spagnolo è carico ed è pronto a riscattare la brutta prova di due settimane fa.
DYBALA-CHIESA - Dopo l'annuncio della positività di Ronaldo Pirlo ha avuto pochi dubbi: semaforo verde per Alvaro. Fino all'ultimo si proverà a recuperare Dybala, che difficilmente però partirà dal primo minuto considerando anche che la prossima settimana ci sarà la prima di Champions contro la Dinamo Kiev: l'attaccante ha saltato le due partite con l'Argentina e soffre di gastroenterite, le sue condizioni verranno monitorate fino a poco prima della partita per capire se sarà a disposizione dell'allenatore. La sensazione però è che dall'inizio ci sarà Federico Chiesa, mister 60 milioni che dopo un corteggiamento di più di un anno può finalmente iniziare la sua avventura in bianconero

JUVE CAMALEONTICA - Nella prima conferenza stampa Pirlo l'aveva fatto capire, sarà una Juve camaleontica. Più moduli nella stessa partita e l'esigenza di sperimentare nuove idee in queste prime gare della stagione. A Crotone, per esempio, sarà un 3-4-1-2 con Kulusevski dietro a Morata e Chiesa (o Dybala, difficile) che può facilmente trasformarsi in un 3-4-3 con l'ex Fiorentina largo a destra e lo svedese dall'altra parte. Due frecce pronte a infilarsi nella difesa rossoblù con lo spagnolo attaccante di peso a riempire l'area. Pirlo sperimenta e inventa senza Ronaldo, a Crotone verso una certezza: Alvaro Morata in cerca di riscatto.