Stefan de Vrij è un pezzo pregiato sul mercato internazionale. Non è un mistero l'assalto dell'Inter, i tentativi dall'estero col Barcellona in testa e altri contatti sotterranei portati avanti dagli agenti dell'olandese dopo la rottura ufficiale con la Lazio. Eppure, la Juventus ha una linea ben precisa per de Vrij: non vuole partecipare ad aste e non lo ritiene una priorità, ad oggi Stefan è indietro nelle gerarchie di investimenti bianconeri. E dietro c'è una strategia ben precisa.

TOCCA A CALDARA - Marotta e Paratici infatti non hanno intenzione di cedere difensori nel prossimo mercato estivo a meno di offerte irrinunciabili, neanche quel Daniele Rugani che sta trovando poco spazio ma rimane molto considerato dalla società; ma soprattutto, l'unico innesto su cui puntare forte sarà Mattia Caldara. Prendere de Vrij rischierebbe di diventare un problema per il decollo immediato del difensore che arriverà dall'Atalanta dopo quest'anno ancora trascorso in prestito a Bergamo, ecco perché la Juve rallenta. E punta su Caldara, tanto da aver rifiutato un'offerta da 50 milioni di euro nelle scorse settimane per il centrale italiano che ancora non ha vestito la maglia bianconera, ma lo farà dal prossimo giugno. Con de Vrij più lontano.

Scopri gli uomini oltre la maglia: guarda il docufilm Juve First team, solo su Netflix