54
Lavori in corso
 
Ci siamo.
La nuova stagione calcistica sta per cominciare. 
Manca pochissimo, le chiacchiere finiranno in archivio e si tornerà finalmente a fare sul serio.
Nel frattempo, ad un giorno dall’esordio in campionato e a poco più di una settimana dalla chiusura del calciomercato, non si conosce ancora quello che sarà l’11 titolare (di base) della Juventus nella prossima stagione.
Un misto tra “lavori in corso” e partenza “ad handicap” che sinceramente non ci saremmo mai aspettati arrivati a questo punto.
Ma da cosa nasce questo stato di incertezza?
 
Paratici, quante difficoltà
 
Sicuramente Paratici ha pagato lo scotto dell’inesperienza. 
Il suo primo mercato in solitario, senza Marotta, ha messo in evidenza tutte le difficoltà a vendere se non ci si muove per tempo, come d’altronde la saggezza insegna. 
E’ incredibile constatare che ogni giorno finisca sul mercato un calciatore bianconero diverso, senza che poi la trattativa vada inoltre a buon fine.
Da inizio campagna trasferimenti Paratici ha già provato a vendere, senza successo, Higuain, Dybala, Mandzukic, Khedira, Rugani e Matuidi.
E ora, viste le nette difficoltà evidenziate, sembra che la Juventus stia valutando di cedere uno (o forse due) tra Bentancur, Emre Can e addirittura Pjanic, segno questo di una mancata programmazione in uscita.
Ad un giorno dall’inizio della nuova stagione (e a poco più di una settimana dalla chiusura del calciomercato, ribadiamo) ci sono ancora titolari che non hanno la certezza di rimanere perché nel frattempo non ci si è riusciti a liberare dei “panchinari”.
Un “casotto” che alla Juventus non si vedeva da anni. Un’incertezza che sicuramente ritarderà l’avvio di bianconeri.
Si metta subito in conto, quindi, la possibilità di una partenza ad handicap da parte della Vecchia Signora e non certo per colpa del cambio tecnico in panchina!
 
Sarri, auguri di pronta guarigione
 
A complicare ulteriormente i piani poi ci si è messa anche la salute di Maurizio Sarri (auguri di pronta guarigione!). 
Con la polmonite non si scherza ed è giusto quindi che il Mister si prenda tutto il tempo necessario per guarire con calma.
Senza poter sedere direttamente in panchina e guidare gli allenamenti di persona, senza conoscere ancora la formazione titolare e la rosa che dovrà guidare nel corso della stagione (esuberi compresi) possiamo tranquillamente sostenere che la vera Juve la si comincerà a vedere solo dalla terza giornata in poi, ovvero dopo la chiusura del calciomercato e la sosta per le Nazionali.
Quindi armiamoci di pazienza e partiamo, perché nelle prime giornate si vedrà  necessariamente una Juve “Allegriana” che cercherà la risoluzione della sfida attraverso la giocata dei singoli con il concreto rischio di lasciare punti per strada.
@stefanodiscreti