187
De Ligt o Koulibaly, il sogno. Come si può migliorare una squadra che l’anno scorso ha vinto praticamente il campionato a Natale? Andando a rinforzare il reparto che meno di tutti ha offerto garanzie, mascherato solamente dal grande strapotere della rosa.  Parliamo ovviamente della difesa. 

E rispetto all’anno passato la Juventus oggi non ha nemmeno più Barzagli e già nella scorsa sessione di mercato invernale aveva perso Benatia. Fattore non da poco. Se al preoccupante quadro sopra descritto aggiungiamo l’ulteriore anno in più sulle spalle di Chiellini, è lampante il fatto che il primo colpo da programmare per la prossima campagna acquisti juventina è quello di un difensore centrale di grandissimo livello. 

Con Rugani poi che ancora non sembra pronto per esser lanciato in pianta stabile come titolare e con un Bonucci che dopo Cardiff non garantisce più costanza di rendimento elevata come quella di un tempo, un rinforzo in difesa è proprio necessario. Vitale. Ma non uno qualunque, serve un top.

De Ligt sarebbe il candidato perfetto.
Giovane, carismatico, trascinatore. Ma costa troppo, tantissimo e inoltre sembra vicinissimo al PSG nonostante le smentite di Raiola. Con lui però la difesa della Juventus avrebbe trovato il suo nuovo leader per almeno i prossimi 10 anni. 

Così come se davvero la squadra bianconera facesse una follia per strappare Koulibaly a De Laurentiis poi si garantirebbe un reparto difensivo elevato a “livello bunker”. Il centrale del Napoli costa anche di più rispetto all’olandese, ma come ci ha sempre insegnato il la saggezza del proverbio “Chi più spende, meno spende” quando si punta forte sulla qualità dopo si hanno molte meno probabilità di andare incontri a disagi e situazioni negative. Una coppia titolare de Ligt o Koulibaly più Chiellini sarebbe quanto di meglio in circolazione al mondo. 

Manolas o Marquinhos alternative di lusso - La prima alternativa economica per la difesa bianconera potrebbe esser quel Manolas che con la clausola rescissoria anche probabilmente inferiore al suo reale valore è appetibile da più fronti. C’è da dire che, come già capitato con l’affare Pjanic in passato, la Juventus non ha alcuna voglia di inimicarsi l’attuale proprietà della Roma portandosi via un giocatore senza comunque trattare direttamente con la società giallorossa. 
L’altro nome associato ai bianconeri è quello di Marquinhos (lo sarà ancor di più se il PSG acquisterà de Ligt…) che pur se gioca ormai da tantissimi anni a grandi livelli è ancora giovanissimo. 

Sembra davvero poco praticabile (almeno in questo momento) la pista di un possibile rientro di Benatia alla Juve, anche se il suo “grande nemico interno” Allegri nel frattempo ha lasciato la squadra (e dopo quasi un mese non si conosce ancora il nome del suo sostituto…). 

Una certezza c’è ed è evidente a tutti, la Juventus non può cominciare la prossima stagione con ancora Bonucci e Chiellini titolari inamovibili e dietro Rugani. Serve necessariamente inserire un nuovo leader carismatico in difesa per costringere Bonucci anche alla panchina se necessario e consentire a Chiellini, dal peso dei suoi 35 anni, di rifiatare spesso o perlomeno quando improcrastinabile. 

@stefanodiscreti