9
In 78 presenze in gare ufficiali con la maglia della Juventus, Alessandro Matri ha messo a segno 28 reti, di fatto un gol ogni tre partite. Non male considerando che una discreta porzione di queste gare l'attaccante di Sant'Angelo Lodigiano non le ha giocate interamente. I gol di Matri, poi, non sono quasi mai supeflui: tredici sono stati decisivi per vincere delle partite e altri otto per pareggiare. Sono solo sette, quindi, i gol che non hanno influito sui punti conquistati dalla Juventus. 
 
Fra i gol decisivi, oltretutto, ce ne sono due che stanno particolarmente a cuore ai tifosi della Juventus, segnati entrambi a San Siro. Il primo è quello realizzato il 25 febbraio del 2012 in casa del Milan, il gol dell'1-1 in un match di notevole importanza per la conquista dello scudetto nella stagione 2011-12. In quello stesso incontro, oltretutto, a Matri fu anche annullato un altro gol, regolarissimo, a causa di un fuorigioco inesistente segnalato dalla terna arbitrale (uno degli errori gravissimi commessi dagli arbitri quella sera, insieme al gol fantasma ingiustamente non concesso al milanista Muntari). 
 
L'altro gol pesante segnato da Matri al Meazza è cosa fresca, di ieri: il gol che ha permesso alla squadra di Antonio Conte di vincere per 2-1 in casa dell'Inter. Un gol che significa tre punti importantissimi per la classifica, per mantenere invariato il distacco sulle rivali per il titolo, Napoli (-9) e Milan (-11), quando mancano otto gare alla fine della Serie A 2012-13. E soprattutto, nell'immediato, un gol che vuole dire vittoria nella Partita con la P maiuscola, come ha definito Conte la gara contro l'Inter, una sfida che per la storia, recente e non, delle due squadre, ha sempre un sapore particolare.   
 
Oltretutto, non è il primo match con l'Inter deciso da un gol di Matri: il primo fu lo Juventus-Inter 1-0 del 13 febbraio 2011. 2011-2012-2013: ogni anno, Matri segna un gol decisivo contro le milanesi, le rivali per eccellenza dei bianconeri. Siamo proprio sicuri che l'ex attaccante del Cagliari sia un giocatore del quale privarsi così a cuor leggero sul mercato? I rumors parlano di un interesse del Napoli e della volontà dello stesso Matri di giocare con più continuità, nella prossima stagione, per potersi giocare un posto in Nazionale per i Mondiali del 2014. Ma la Juve, a opinione di scrive, dovrebbe pensarci non una, ma dieci volte, prima di cedere un bomber che forse non segna tantissimo, ma che realizza però spesso gol decisivi e pesanti. E contro squadre importanti come Milan e Inter, che non a caso, nell'estate 2012, sondarono il terreno con la dirigenza bianconera per provare a verificare la possibilità di portare Matri a Milano. Per chi scrive, la risposta è questa: MATRI INCEDIBILE.