193
Tutto fermo in casa Juve
 
La nuova stagione della Juventus è partita in via ufficiale.
Ad oggi però, ritorno di Allegri a parte, non vi sono variazioni rispetto alla precedente stagione all’interno della rosa juventina.
Erano anni che la squadra bianconera, di questo periodo, non iniziava il raduno senza nuovi acquisti in cassaforte da presentare a stampa e tifosi.
Siamo altresì convinti che Allegri abbia richiesto precise garanzie tecnico/tattiche per tornare a sedersi sulla panchina da dove due anni fa era stato cacciato, altrimenti sarebbe davvero un pessimo segnale per l’intero ambiente perché vorrebbe dire che il tecnico toscano pur di rientrare nel giro dopo due anni passati senza allenare e con poche offerte alternative di lavoro ricevute abbia accettato la Juventus a qualsiasi condizione.
 
Centrocampo da rinforzare
 
Soprattutto il centrocampo continua a rimanere il reparto in assoluto più debole della Vecchia Signora.
L’infortunio di Arthur poi non ha fatto altro che puntare ulteriormente il dito verso un problema sempre più evidente da anni, ovvero quello della mancata competitività del centrocampo juventino.
Non sappiamo ancora bene cosa ha in mente Allegri a livello tattico, da quale modulo vorrà ripartire ma sicuramente sappiamo che con l’attuale organico la Juventus può anche tornare ad esser considerata tra le favorite per la vittoria finale in Campionato (così come evidenziato anche dalle quote dei bookmakers) ma in Champions League partirebbe dopo la terza/quarta fila e con pochissime possibilità di arrivare sino in fondo.
 
Niente follie per Locatelli
 
L’obiettivo numero 1 del mercato resta sempre Manuel Locatelli anche se il Sassuolo continua a non scendere minimamente dalle proprie richieste iniziali valutando il giocatore non meno di 40 milioni di euro.
Il ragazzo è sicuramente promettente e di buona prospettiva ma ad oggi non giustifica alcuna follia in termini di mercato da parte della Juventus.
Fa bene quindi la società di Torino a cercare di trovare un punto di accordo proponendo alla squadra emiliana una soluzione di pagamento  vantaggiosa nonché scontata.
Locatelli non è ancora un top player di quelli che ti cambia un intero reparto, ne è certo che lo diventerà mai, e quindi la strategia della squadra juventina è assolutamente comprensibile.
Se il Sassuolo accetterà le condizioni proposte dalla Juventus, vista anche la volontà del calciatore, questo matrimonio si farà altrimenti, senza rimpianti, sarà giusto virare su altri obiettivi.
Basti pensare che Rodrigo De Paul, giocatore che già ha dimostrato un valore assoluto superiore rispetto a tanti degli obiettivi accostati alla Vecchia Signora in questi anni (Locatelli compreso), è stato acquistato dall’Atletico Madrid di Diego Simeone per “soli” 35 milioni di euro.
Quello del centrocampo però, in casa Juve, non è l’unico punto in sospeso del momento.
 
Chiellini, Dybala e Ronaldo
 
Resta sempre da capire se, quando e come verranno affrontati i rinnovi di Chiellini e Dybala e se Cristiano Ronaldo resterà alla Juventus e per quanto tempo ancora, con i messaggi criptici del portoghese che continuano ad arrivare via social.
Sono passaggi assolutamente decisivi questi ed infatti consideriamo che l’attuale condizione di totale blocco nel mercato juventino non dipenda solamente dalla crisi derivante dalla Pandemia e dagli ultimi bilanci negativi dalla società ma anche se non soprattutto dal non aver sciolto tutti i nodi all’interno del gruppo.
Un’operazione che dovrà avvenire però quanto prima possibile.
@stefanodiscreti