61
La data è cerchiata in rosso sul calendario: il 19 settembre si riunirà il cda della Juventus che esaminerà il bilancio della stagione 2018-19, quella dell’arrivo di CR7. Le attese — derivanti dai numeri della semestrale della controllante Exor — sono per un «rosso» di circa 40 milioni di euro, il doppio rispetto ai 19,2 del 30 giugno 2018. Dai numeri della holding della famiglia Agnelli cui fa capo il 63,77% della società bianconera emerge, infatti, che la semestrale gennaio-giugno 2019 della Juventus si è chiusa con una perdita di 47 milioni di euro. Sommando l’utile netto di 7,7 milioni di euro del primo semestre (lugliodicembre 2018), il «rosso» complessivo potrebbe così attestarsi a 39-40 milioni. Nel primo anno di Cristiano Ronaldo in bianconero anche i debiti finanziari netti della Juventus sono cresciuti, raggiungendo quota 464 milioni di euro a giugno 2019, 154,2 milioni in più dell’anno precedente. E nel 2019-20? Per Exor dipenderà dall’esito della Champions League ma, sempre secondo il Corriere della Sera, al momento è prevista una chiusura in perdita.