6
Massimiliano Allegri non vuole cali di tensione: il tecnico della Juventus lo ha ribadito nella conferenza stampa pre-Lazio, nella quale ha affrontato diverse tematiche. "E' uno scontro diretto, dato che giocheranno la prima contro la seconda in classifica. Loro sono in crescita, vengono da 8 vittorie consecutive e hanno subito i nostri stessi gol nel girone di ritorno. Non sarà però decisiva per lo scudetto, perché avremo dopo un filotto di partite molto complicate, come quella contro la Samp, la quale potrà essere quella davvero determinante. A me comunque non interessa vincere lo scudetto il 18 aprile o il 5 maggio, l'importante e' vincerlo". 

SUL MONACO - "Turnover? Non credo sia possibile. Cercherò di mettere in campo la formazione migliore. Il discorso dei diffidati non lo tengo in considerazione, perché poi si finisce per incararsi.Se un diffidato verrà ammonito salterà la prossima partita e verrà sostituito da un altro".

SULLA SCONFITTA COL PARMA - "A Parma non abbiamo avuto nessun calo di tensione. Giocavamo alle 18 di sabato, dopo aver compiuto una bella rimonta un Coppa Italia contro la Fiorentina ed eravamo privi di molti giocatori importanti. Ci poteva stare anche di non fare bene in un ambiente particolare qual è oggi Parma"
SULLA STAGIONE - "Non e' una rivincita personale. Io ero consapevole delle mie qualità, considerando anche che dove ho allenato ho sempre conseguito ottimi risultatI".

SU TEVEZ - "I tifosi della Juventus non devono pensare a queste cose. Devono continuare a sostenere la squadra come hanno sempre fatto, cercando di spingerla a realizzare tutti gli obiettivi possibili. Le voci di mercato fanno parte del gioco, ma in questo momento dobbiamo concentrarci su quello che dobbiamo fare in questa ultima parte di stagione".

Get Adobe Flash player