1267
Una sfida scudetto che avvicina la Juve al nono titolo di fila, ora bastano 11 punti in 6 giornate: alle 21.45 presso l'Allianz Stadium di Torino la squadra di Maurizio Sarri impatta 2-2 contro l'Atalanta dell'ex Gian Piero Gasperini, in quello che è stato a tutti gli effetti il big match della 32esima giornata di Serie A, una sfida fondamentale per stabilire chi sarà la squadra Campione d'Italia. Decidono i gol di Zapata (15 in Serie A), Malinovskyi (6 in Serie A) e la doppietta su rigore di Cristiano Ronaldo per mani di De Roon e Muriel al 90', con il portoghese giunto a 28 reti in Serie A. Incredibile a dirsi, all'inizio dell'anno: i bianconeri, reduci dal brutto ko contro il Milan, dopo aver vinto tutte le gare di campionato post lockdown, tengono a distanza le inseguitrici, con la Lazio a -7, i bergamaschi a -8 e l'Inter potenzialmente a -7.  L'Atalanta, che sognava di potersi iscrivere alla lotta per il titolo, dopo aver centrato nove vittorie consecutive, di cui tutte quelle dopo la ripresa, si ferma ma blinda quasi aritmeticamente la qualificazione alla prossima Champions. Nel prepartita fuori il difensore goleador dei bergamaschi Gosens, vittima di un problema fisico: per lui risentimento al flessore. Con il gol di Duván Zapata, l’Atalanta diventa la prima squadra a vantare almeno tre giocatori con almeno 15 reti all’attivo - con Muriel a 17 e Ilicic a quota 15 - in un singolo campionato dalla Juventus nel 1951/52 (Muccinelli, Boniperti e Hansen). Quidicesimo assist per il Papu Gomez.

A FINE PARTITA RESTA SU CALCIOMERCATO.COM PER LEGGERE L'APPROFONDIMENTO DI STEFANO AGRESTI PER 100ESIMO MINUTO







 ;