18
Non accadrà oggi, ma in una situazione simile a quella odierna, con Chiellini e Barzagli fuori per infortunio, Antonio Conte avrebbe dato sicuramente spazio ad Andrea Ranocchia, se la Juventus fosse riuscita ad acquistarlo la scorsa estate o a gennaio.

Lo scenario, in ogni caso, appare più che mai realistico in previsione della prossima stagione: Juventus-Chievo, assenti Barzagli e Chiellini, difesa bianconera con Ranocchia, Bonucci e Ogbonna (con Caceres al Manchester United).

Ieri, del difensore umbro classe 1988, in scadenza di contratto con l'Inter nel giugno del 2015, ha parlato il ds nerazzurro, Piero Ausilio: "Psicologicamente sta bene. Niente esclude che si possa continuare anche in futuro". Niente lo esclude, ma più passano i giorni e più, per Ranocchia, si avvicina un futuro alla Juventus. A gennaio, il centrale ex Bari ha rifiutato altre destinazioni: la stima con Conte è reciproca e la fine del contratto con il club di Erick Thohir si avvicina.

La storia del calciomercato lo insegna: a poco più di un anno dalla scadenza del contratto o si rinnova o si parte. I casi di convivenza per un'ultima stagione col contratto in scadenza sono rari, specie a 26 anni (compiuti proprio oggi). Juventus-Chievo 2014-15: Ranocchia in campo. Sempre più probabile.