8
Intervistato da Sky Sport, il tecnico della Juventus Antonio Conte ha parlato della vittoria di misura ottenuta contro la Fiorentina: "Non era una partita facile. Nel primo tempo potevamo segnare anche di più, mentre nella ripresa è subentrata la stanchezza. Non dimentichiamo che c'erano sette nazionali che hanno giocato in settimana. La Fiorentina, comunque, ha creato una sola occasione da gol con Matos, abbiamo retto abbastanza bene".

Sulla gara con la Fiorentina di giovedì: "Sarà una battaglia, per noi sarà molto importante perché queste ultime due vittorie mettono pressione a chi insegue in campionato. In Europa League vogliamo ben figurare".

Sulla gara della Roma: "Se guardo la partita non mangio. Dovessi decidere di guardarla non mangerò, magari lo farò dopo. Noi, comunque, abbiamo vinto e a prescindere sarò più sereno".

Sulle quattordici vittorie in 14 gare casalinghe: "Lo Juventus Stadium è la nostra casa, inevitabile che ci sia un senso di appartenenza particolare, a casa tua vuoi sempre comandare. Il primo anno abbiamo vinto uno Scudetto da imbattuti, lo scorso anno riuscirono a passare Inter e Sampdoria, mentre in questa stagione siamo abbastanza vincenti".
Sulla percentuale che la Juventus diventi nuovamente Campione d'Italia: "Al 50%, mancano undici partite. Non è retorica, guardo il bicchiere mezzo pieno e dico che stiamo a 72 punti e viaggiamo su ritmi straordinari. La Roma, però, va forte e non dobbiamo mollare".

Su Asamoah: "Il ghanese calcia con entrambi i piedi, vedendo le ultime conclusioni posso dire che il destro è migliorato e il sinistro è peggiorato. Sta facendo grandi cose, si parla pochissimo di lui ma sta andando davvero bene".

Sul mercato: "Io non mi sento di dire nulla, c'è una società che valuta tutto e prende le opportune decisioni. Dico loro di pensare al presente, poi penseremo a tutto il resto".

Su Marchisio, possibile erede naturale di Pirlo: "Sì secondo me sìi, Claudio ha senso tattico, ha la posizione giusta calcia destro e sinistro. Oggi era anche lui stanco, nel memento in cui Pirlo deciderà di andare un pensione, Marchisio sarà il suo erede ufficiale".