Commenta per primo

Traorè durante l'allenamento di ieri si è di nuovo fermato. Uno scatto in partitella, gamba dolente e guanti gettati con un gesto rabbioso verso la panchina e il rientro anticipato negli spogliatoi. Forse è solamente una botta e il giocatore verrà valutato nelle prossime ore, ma se dovesse andare ko, sulla fascia sinistra della Juventus scatta un mezzo allarme. Grosso non è al 100% e deve ancora recuperare la condizione migliore dopo l'infortunio muscolare patito in coppa Italia contro il Catania. L'ex esterno de Lione ha comunque disputato l'odierna partitella in famiglia e sembra recuperato, ma non ha i 90 minuti nelle gambe dopo essere stato fermo anche contro il Bari. Completamente recuperato Chiellini, il quale ha definitivamente superato l'attacco influenzale che dall'inizio della settimana lo ha costretto ad allenarsi in palestra.

Ma nell'allenamento di questa mattina, che s'è appena concluso allo Juventus Center di Vinovo, s'è fermato anche Sissoko. Dopo nemmeno dieci minuti di partitella è stato costretto a fermarsi toccandosi il retro della coscia, e ha lasciato il campo in compagnia del preparatore atletico visibilmente sconfortato. Nelle prossime ore le sue condizioni verranno monitorate, ma è un serio problema per Luigi Del Neri, che deve già fare a meno di Felipe Melo, che sconterà con la Sampdoria l'ultimo turno di squalifica per la gomitata rifilata a Paci contro il Parma. Per fortuna Marchisio s'è rimesso completamente dopo l'influenza che contro il Bari l'ha costretto a restare a casa. Quasi certamente toccherà a lui giocare al centro al fianco di Aquilani, con Pepe e Krasic sulle fasce, con Martinez scalpitante in panchina. Per quanto riguarda l'attacco Amauri, è sembrato in ottima forma. La maschera di titanio che protegge la frattura al setto nasale non gli dà più fastidio e in partitella ha pure segnato un gol con continui movimenti anche senza palla. Difficile vedere Iaquinta nell'elenco dei convocati contro i blucerchiati. L'attaccante continua il suo recupero dall'infortunio muscolare tra corsetta e palestra, in maniera molto blanda. Si sono rivisti anche De Ceglie e Rinaudo, sulla via del completo recupero dopo la rottura della rotula e l'operazione alla schiena. Per loro corsetta e lavoro differenziato ancora per un paio di settimane.