100
Se è la prima della classe ci sarà un motivo. La Juventus si dimostra ancora una volta la squadra più forte del campionato, batte 2-0 la Lazio e vola a +15 sul secondo posto, in attesa della Roma che domani ospita l'Atalanta. Allegri sceglie i titolari, incurante della sfida di ritorno dei quarti di finale di Champions League contro il Monaco, in programma mercoledì, una scelta che paga nel risultato e nella prestazione. La Juve mette le mani sul titolo grazie ai gol di Tevez, il 18esimo in stagione, e Bonucci, che cancellano una Lazio lontana parente della squadra che nelle ultime otto partite aveva conquistato otto vittorie. Felipe Anderson non si accende mai, Klose e Mauri faticano a trovare spazi, la Juve è poco bella ma concreta e insuperabile in difesa. Nel finale espulso Cataldi per un fallo su Tevez. Per lo Scudetto manca solo l'aritmetica, questa Juve in Italia non ha rivali. ​