370
Ha 42 anni ed è il migliore in campo della Juve: è Gigi Buffon a fare in modo che la Coppa Italia non prenda la direzione di Napoli prima dei calci di rigore, che poi premiano meritatamente il gruppo di Rino Gattuso. Male Ronaldo, male Pjanic, c'è poco da salvare a livello individuale. Queste le pagelle di Calciomercato.com.

BUFFON 7,5: il migliore della Juve, già questo fa capire come ci sia stato qualcosa che non sia andato come sperato. Chiude su tutto ciò che c'è da chiudere ed evita che la serata si complichi ulteriormente. Ai rigori però arriva dopo aver esaurito i miracoli

CUADRADO 5,5: in percussione non fa male e lascia Insigne troppo libero di armare il suo destro (40' s.t. RAMSEY s.v. Glaciale dal dischetto)

DE LIGT 6,5: Mertens è per lui il prototipo del centravanti più complesso da gestire, ma riesce ugualmente a ingabbiarlo

BONUCCI 6: tra lui e Alex Sandro ci si infila un po' troppo facilmente, ma non crolla

ALEX SANDRO 6: pericoloso quando crossa, soffre come sempre la pressione di Callejon

BENTANCUR 6,5: è sempre dove deve essere
PJANIC 5: lo si nota solo per un bel contrasto, per il resto è il solito Pjanic del 2020, lento, prevedibile, quasi uno in meno (29' s.t. BERNARDESCHI 5: mezzala, un po' spaesato, a tempo scaduto regala letteralmente l'angolo che poteva far vincere il Napoli all'ultimo respiro)

MATUIDI 5,5: in difficoltà, non filtra nemmeno come dovrebbe

DOUGLAS COSTA 6: è l'unico a provare a creare superiorità numerica, gli manca il guizzo ma non la voglia di provarci (21' s.t. DANILO 5,5: sembrava destinato a partitre titolare, entra e porta solidità sulla fascia destra. Poi calcia malissimo il rigore)

DYBALA 5,5: in avvio ruba palla e serve a Ronaldo un assist potenzialmente letale, poi combatte nonostante vada a sbattere tra due colossi come Maksimovic e Koulibaly. Mezzo voto in meno per il rigore sbagliato, incrociato a mezza altezza

RONALDO 5: pronti, via e calcia debolmente di piatto una palla gol clamorosa. E dopo sparisce o quasi. Lione, Inter, Milan, Napoli: zero gol, ruolino non da lui.

SARRI 5: la Juve non riesce mai a far fruttare il possesso palla, il Napoli si chiude e riparte, basta questo a dare scacco ai bianconeri. L'infortunio di Khedira gli stravolge i piani, poi ai rigori poteva succedere di tutto, ma ai punti avrebbe meritato comunque il Napoli.