Commenta per primo

 Il centrocampista brasiliano della Juventus Felipe Melo ha parlato in esclusiva ai microfoni di Sky Sport24.

Sulla partita contro il Bologna

Non ci si aspetta mai che succeda quello che è successo. Dopo aver fatto un primo tempo molto buono, nel quale avremmo meritato di essere davanti a loro, poi è stato difficile. Però, è successo,, adesso è passato, dobbiamo pensare solo al Milan.

Come si affronta questo Milan?

Sicuramente, come avevamo fatto a San Siro, concentrati, con margine di errori praticamente pari allo zero, perché è una squadra molto forte, che al minimo sbaglio ti punisce. Dobbiamo stare concentrati.

La tua partita peggiore?

Credo che l’unica partita scarsa, se così possiamo dire, che ho fatto è stata quella contro il Lecce, dove tutta la squadra non ha giocato bene. Però, a livello personale, penso di star facendo una stagione molto buona, molto meglio rispetto a quella passata. C’è anche sfortuna nel fatto che la squadra non vince. Se la squadra, magari, cominciasse a vincere, come ad inizio stagione, si parlerebbe, sicuramente, di un Felipe Melo come quello della Fiorentina, che era una squadra che vinceva. Questa è una squadra che non vince da due partite e per la Juve sono tante. Per questo, forse, si parla di Felipe Melo che non sta facendo una buona gara. Però, quando arrivo a casa, e vedo i numeri di tutta la partita, capisco che anche contro il Bologna ho fatto una buona gara.

I tifosi hanno perso un po’ la pazienza: cosa senti di dire?

Credo che hanno ragione perché, come ho detto, sono state due sconfitte contro due piccole squadre, con tutto il rispetto, ed è difficile. Però, loro sono vicino a noi, ma questa stagione è diversa, dobbiamo essere noi ad uscire da questa situazione difficile perché, dopo la partita con il Bologna, quanto sta succedendo alla Juventus non lo meritiamo no, e non lo meritano nemmeno i tifosi.