Commenta per primo

Luigi Del Neri questa sera contro il Salisburgo ha deciso di dare spazio a chi finora ha giocato di meno. In porta toccherà a Manniger, ex di turno, difendere i pali della porta della Juventus. E' già successo contro Lech Poznan e Manchester City, e l'esperimento verrà ripetuto contro la squadra di Huub Stevens. In difesa turno di riposo per De Ceglie e Bonucci e spazio per Motta a destra, che riprende il suo posto dopo quattro partite consecutive in panchina. Grygera giocherà a sinistra, mentre Legrottaglie giocherà al fianco di Chiellini, unico giocatore del reparto a cui il tecnico non vuole assolutamente rinunciare.

Al centro del campo, contando l'indisponibilità di Aquilani, una vera e propria rivoluzione: fuori Felipe Melo e Krasic, per dare spazio a Sissoko (finora sempre titolare in Europa) e Martinez, al rientro da titolare dopo la comparsata di Manchester e dopo la distorsione al ginocchio sinistro con interessamento del legamento collaterale mediale che lo ha costretto a stare fermo per più di un mese. Sull'altra fascia toccherà a Pepe. In attacco, visto che Quagliarella non può giocare in Europa e che Iaqunita è indisponibile (fermo ai box per un risentimento al gluteo) Del Neri ha gli uomini contati. Si affiderà ancora una volta a Del Piero e Amauri. L'italo-brasiliano ha promesso gol austriaci e non vede l'ora di tornare decisivo dopo aver trascinato a suon di gol la Juventus in Europa (tre gol: due allo Shamrock Rovers e uno allo Sturm Graz) ed essere rimasto a secco in campionato.