Gara pazzesca allo Stadium, solo Juve per 85 minuti poi il ribaltone. Bonucci croce e delizia, Ronaldo è il solito fenomeno, pesano gli errori dell'arbitro, i legni e le occasioni sprecate dai bianconeri. Mourinho reagisce solo alla fine, lo United vince quasi senza reagire invece restando a galla grazie a De Gea. E Pogba è un fantasma fino al clamoroso finale, poi si gode l'ovazione dello Stadium. Queste le pagelle di Calciomercato.com.

Juventus-Manchester United 1-2
JUVENTUS
SZCZESNY 5.5: sicuro nelle uscite, unici interventi a cui è realmente chiamato. Sulla punizione, forse, non poteva fare nulla. Ma sul secondo gol capisce poco come tutti
DE SCIGLIO 6.5: parte bene, in sovrapposizione e in chiusura. La sua miglior prestazione stagionale (38' s.t. BARZAGLI ng)
BONUCCI 6: il voto è una via di mezzo tra una prova da 8 con tanto di assist capolavoro e un 4 pieno per la marcatura sbagliata su Pogba, non guarda nemmeno il pallone e la Juve paga a caro prezzo ancora un suo errore
CHIELLINI 6.5: torna al suo posto e detta legge su ogni pallone che si avvicina nella sua zona di competenza
ALEX SANDRO 5: insieme a Bonucci confeziona il pasticcio finale
KHEDIRA 6: titolare anche prima del previsto, per necessità. Tiene i ritmi bassi, sono quelli che più gli si addicono. Poi in contropiede si fa notare, come sempre. Un palo, a metà strada tra l'errore e la sfortuna. Ne ha per un'ora, la Juve ne aveva un gran bisogno (16' s.t. MATUIDI 5.5: suo il fallo che porta alla punizione segnata da Mata)
PJANIC 6: a tratti impreciso in fase di impostazione, meglio quando deve preoccuparsi di proteggere la difesa, cresce alla distanza ma a conti fatti pesano come macigni le occasioni sprecate.
BENTANCUR 6.5: è in fiducia, le circostanze lo portano ad essere sempre titolare e lui sembra sempre più consapevole di poter diventare importante. Spezza le manovre avversarie e riparte, in crescita
CUADRADO 5.5: in questa fase della stagione, quando conta gioca titolare. Tatticamente molto importante, in contropiede è un fattore, ma negli ultimi trenta metri però potrebbe incidere molto di più. Ha sui piedi il colpo del ko, lo fallisce (46' s.t. MANDZUKIC ng)
DYBALA 6.5: è ispirato e più vicino alla porta, più vicino a Ronaldo, gioca sempre meglio. La traversa gli nega un gol meraviglioso e quando Herrera usa le cattive viene ammonito senza motivo
RONALDO 7.5: dentro l'area o partendo largo rimane un pericolo costante, ha donato una consapevolezza incredibile a tutta la squadra. Il gol, poi, è semplicemente un capolavoro. Da queste parti un gol così bello è secondo solo ad un altro, sempre di CR7, con la maglia del Real. Non vale la vittoria, ma il prezzo del biglietto in una notte da record di incasso, sì.

All. ALLEGRI 6.5: la Juve perde, vero. Ma domina, di nuovo. Prende due gol da polli, perde la prima partita stagionale senza quasi capire come: un gol capolavoro, tante occasioni, due legni clamorosi, due rigori netti non dati. Peccato, ma la strada resta quella giusta.
MANCHESTER UNITED
DE GEA 7.5: sul tiro-cross di Cuadrado deviato al 33' compie un autentico capolavoro, super anche su Pjanic. Non può nulla solo sul bolide di Ronaldo, è lui a tenere in vita lo United.
YOUNG 5.5: se c'è da spingere sa il fatto suo, sempre in affanno quando viene puntato
SMALLING 5.5: legnoso, come all'andata appare più in difficoltà di Lindelof
LINDELOF 6: il migliore della difesa United, senza dubbio
SHAW 5: all'andata è stato un disastro, questa sera soffre ma limita i danni
HERRERA 5.5: la sua presenza a centrocampo regala più equilibrio allo United, in affanno come tutti nella ripresa (34' s.t. FELLAINI 6: crea scompiglio)
MATIC 6.5: subito ammonito, anche graziato dall'arbitro. Gioca davanti alla difesa, indipendentemente dalla posizione è un elemento imprescindibile
POGBA 5.5: sull'asse Manchester-Torino in queste settimane si è parlato di lui almeno quanto di Ronaldo, ma in campo non si è praticamente mai notato fino al gol dell'1-2. Applauditissimo, rimane il sogno numero uno dei tifosi bianconeri uno per la prossima campagna acquisti alla fine si gode pure il giro di campo.
LINGARD 5: non ancora al meglio della condizione, innocuo (25' s.t. RASHFORD 6: dona profondità alla squadra)
SANCHEZ 5: anche lui in ritardo, ce la mette tutta ma viene stritolato dalla coppia Bonucci-Chiellini (34' s.t. MATA 7: la cambia lui)
MARTIAL 6: è il più pericoloso, si sacrifica anche in ripiegamento ma alla fine il duello con De Sciglio viene vinto dal bianconero

All. MOURINHO 6: fischi e insulti per lui, stavolta non reagisce. Come lo United, d'altronde fino al clamoroso ribaltone finale che gli piove un po' dal cielo. Tre punti che lo rendono di nuovo spavaldo, al triplice fischio, mostrando l'orecchio ai tifosi bianconeri. Però vince, e quindi ha ragione lui.