225
Caio, tra i più comuni nomi latini. Talvolta stereotipo della persona qualunque, spesso associato ai compagni Tizio e Sempronio. Può capitare però che Caio diventi Giulio Cesare e acquisisca, rapidamente, fama e autorità. Kaio, di autorità, ne ha ancora poca. Ma di fama ne ha già molta. Kaio è Kaio Jorge, attaccante sudamericano classe 2002 che ha attirato a sé l'attenzione delle big europee, italiane comprese. A partire dal Milan, che da settimane ha messo gli occhi su di lui, puntando sul brasiliano come elemento perfetto per completare l'attacco. All'esperienza di Ibrahimovic e Giroud, infatti, Massara e Maldini intendono aggiungere freschezza e gioventù. Requisiti ai quali Kaio Jorge risponde perfettamente, come confermano gli 8 gol e 3 assist in 27 partite in questa stagione. I rossoneri fiutano il colpo da settimane, complice il contratto in scadenza a dicembre: già trovata, infatti, l'intesa con gli agenti del giocatore per una commissione da 5 milioni di euro all'interno di un colpo a parametro zero. Ma il Santos ha idee diverse e intende monetizzare: ecco perché nelle ultime ore da via Aldo Rossi si ragiona ad un affare immediato, per quest'estate, a fronte di un indennizzo da 2-3 milioni di euro.
LA CONCORRENZA - Cifra che permetterebbe al Milan di provare ad anticipare anche la folta concorrenza. A partire dall'Italia, dove la Juve è seriamente interessata. La presenza di Ronaldo, sbarcato nelle scorse ore a Torino e sempre più orientato verso la permanenza, esclude grandi colpi in attacco. L'operazione Kaio Jorge, dunque, è un duplice affare tecnico ed economico: ad oggi i bianconeri non hanno formulato alcuna offerta ufficiale al Santos, in attesa di capire se in inverno sarà ancora possibile trattare il colpo a zero. Da Torino, però, sono partiti i contatti con il giocatore e il suo entourage. Tra le due litiganti si è inserito, con forza, anche il Benfica. Nelle scorse ore il presidente del Santos, Andres Rueda, aveva svelato l'inizio di una trattativa per il proprio attaccante. Tutti gli indizi portano al club portoghese, che a differenza di Milan e Juve vanta un accordo con il club sudamericano ma non con giocatore ed entourage. La vicenda, intanto, entra nel vivo. L'obiettivo è anticipare la concorrenza e mettere le mani su Kaio. Merce rara, alla faccia del comune Caio.