86
I campioni del mondo della Francia hanno battuto i campioni d’Europa e detentori della Nations League del Portogallo. Hanno meritato la vittoria con una partita fatta molto bene, basata sulla tecnica straordinaria di Griezmann, sul dinamismo infinito di Kanté, autore anche del gol decisivo, e sugli strappi di Rabiot. Il Portogallo si è messo a giocare solo quando era sotto di un gol, ma lo ha fatto con una squadra senza più equilibrio, con quattro attaccanti e con spazi che la Francia avrebbe potuto sfruttare meglio. E’ mancato il colpo di Ronaldo, è mancato anche il gioco dei portoghesi. Con questa vittoria, la Francia ha staccato il Portogallo e si è qualificata per le finali della Nations League che si giocheranno a ottobre del prossimo anno. I portoghesi sono fuori.

MOLTO MEGLIO LA FRANCIA - Già il primo tempo era stato di marca francese, con una traversa e due incredibili palle-gol, tutte con lo stesso finalizzatore, Anthony Martial, ma tutto nato sempre dall’estro di Griezmann che in nazionale continua a raggiungere livelli inesplorati nel Barcellona. Il Portogallo ha risposto con le conclusioni di Ronaldo una sola però davvero pericolosa. Più di CR7, in quei primi 45' il protagonista dei lusitani è stato Rui Patricio che ha respinto i tiri a tu per tu di Martial, il primo dopo un assist strepitoso di Griezmann, il secondo dopo un lancio dello stesso Griezmann per Lucas Hernandez che da sinistra ha messo la palla fra i centrali Fonte e Ruben Dias. Anche la traversa è partita da un’idea dell’attaccante del Barça che su punizione ha servito Varane, testa in mezzo all’area del madridista, rovesciata di Rabiot, ancora colpo di testa di Martial sulla traversa. Non si è capito però se si trattava di uno schema pazzesco o molto fortunoso.

RONALDO CENTRAVANTI - Il Portogallo ha lasciato che fosse la Francia a fare la partita, nonostante un assetto molto offensivo a cominciare dai terzini, Cancelo a destra e Guerreiro a sinistra. Ma sulla fascia dell’ex juventino imperversava Hernandez, su quella del terzino del Borussia attaccava a piena velocità Coman e i due portoghesi uscivano raramente. Con Bruno Fernandes nella posizione del trequartista, il ct Santos aveva schierato un tridente formato da Bernardo Silva (mai visto) a destra, Ronaldo al centro e Joao Felix (qualche tocchetto e troppi tacchi) a sinistra. E’ vero che il trio si scambiava le posizioni, ma CR7 era prevalentemente al centro. Alla fine del primo tempo, Cristiano ha concluso quattro volte: la prima in porta con respinta non facilissima di Lloris, la seconda su punizione sulla barriera, la terza di sinistro al volo (dopo la respinta della barriera) spedita in curva, la quarta di testa (dopo un angolo di Bruno Fernandes) pochi centimetri oltre la traversa. Partendo da ala destra, ha provato anche un cross teso deviato in angolo.

QUANTA JUVE - Fra ex e attuali, a Lisbona erano in campo cinque juventini, i portoghesi Cancelo e Ronaldo e i francesi Pogba, Rabiot e Coman, oltre a Deschamps in panchina. Troppo statico Pogba nel primo tempo, in crescita nella ripresa, poco ispirato Cancelo, molto bene Rabiot, abbastanza bene Coman, presente ma non incisivo Ronaldo.
KANTE’, RABIOT E GRIEZMANN - La Francia ha aumentato ritmo e velocità a inizio ripresa ed è passata meritatamente in vantaggio in fondo a un’altra splendida azione, anche se la rete è stata il frutto dell’unico errore di Rui Patricio. Tutto è iniziato e finito con Kanté che ha intercettato un passaggio di Bernardo Silva, ha consegnato la palla a Griezmann. Il barcellonista, dentro un fraseggio di 10 passaggi di fila, l’ha toccata quattro volte, fino a piazzare l’assist per la conclusione di Rabiot, stavolta Rui Patricio è intervenuto male, non ha trattenuto il pallone su cui si è avventato Kanté che ha bruciato Guerreiro. Erano saliti di tono Rabiot e ovviamente Kanté e per il centrocampo portoghese era difficile fermarli. Poco più avanti, Griezmann seminava la sua tecnica strepitosa portando la Francia a toccare livelli di grande calcio.

PORTOGALLO COL 4-2-4 - Santos non ha perso tempo, la sconfitta avrebbe cancellato quasi tutte le speranze della sua nazionale di qualificarsi per le finali della Nations League, e due minuti dopo aver preso il gol ha aumentato ancora il peso del suo attacco con Diogo Jota al posto di William Carvalho e con la squadra schierata col 4-2-4: Diogo Jota a sinistra, Ronaldo e Joao Felix al centro, Bernardo Silva a destra. Altra occasione francese con Pogba, al primo inserimento in area avversaria e subito dopo, con un attacco a pieno organico, il Portogallo ha centrato il palo con un colpo di testa di Fonte. C’erano spazi da sfruttare per la squadra di Deschamps e un altro tocco di Griezmann per l’assist di Hernandez a favore di Martial che, per la terza volta consecutiva, non ha avuto fortuna per un altro decisivo intervento di Rui Patricio.

ATTACCO PORTOGHESE - E’ aumentata la pressione dei padroni di casa, Moutinho (entrato da poco al posto di Bruno Fernandes per riequilibrare il centrocampo) ha mollato una sventola dal limite su cui Lloris ha fatto la più bella parata della sua serata. Poco dopo, con un prodigioso salvataggio su Ronaldo, Kimpembe ha riscattato alcune disattenzioni precedenti. Descahmps ha fatto entrare Giroud al posto di Martial per tenere palla e ha portato a casa gioco, vittoria e qualificazione.


IL TABELLINO:
Portogallo-Francia 0-1
PORTOGALLO (4-2-1-3): Rui Patricio 6; Cancelo 5,5 Fonte 6 Ruben Dias 6 Guerreiro 5,5; Danilo 6 (40' st Sergio Oliveira sv) William Carvalho 5,5 (11' st Diogo Jota 6); Bruno Fernandes 5,5 (26' st Moutinho 6); Joao Felix 5,5 (40' st Paulinho sv) Ronaldo 6 Bernardo Silva 5 (26' st Trincao 6). A disposizione: Lopes, Semedo, Pedro Neto, Ruben Neves, Mario Rui. Rui Silva. Ct: Santos 5,5.
FRANCIA (4-3-1-2): Lloris 6,5; Pavard 6 Varane 6,5 Kimpembe 6 L. Hernandez 6; Pogba 6 Kanté 8 Rabiot 7; Griezmann 7,5; Coman 6,5 (14' st Thuram 6) Martial 5,5 (33' st Giroud sv). A disposizione: Mandanda, Digne, Lenglet, Zouma, Aguilar, Dubois, Tolisso, Nzonzi, Sissoko, Maignan. Ct: Deschamps 7
ARBITRO: Stieler (Germania) 6,5
MARCATORI: 9' st Kanté (F)
AMMONITI: 16' st Lloris (F) per comportamento non regolamentare, 34' st Kanté (F) e 37' st Hernandez (F) per gioco falloso.