195
La caccia al centrocampista è aperta. Perché la Juventus vuole rinforzarsi ancora, non solo Miralem Pjanic ma anche una pedina da aggiungere per Massimiliano Allegri in modo da completare una mediana di primissimo livello europeo. A prescindere da quello che sarà il futuro di Paul Pogba, per cui si farà di tutto pur di trattenerlo, volontà ferrea della Juve; ma con tante idee in piedi per colpire ancora sul mercato. E in queste ore ha ripreso quota il nome di N’Golo Kanté, centrocampista classe ’91 francese protagonista di una stagione fantastica con il Leicester di Claudio Ranieri. Il motivo? Un contatto recente, non approfondito, che comunque reinserisce il nome di Kanté nella lunga lista della Juve. 

SOLO UNA STRADA - In un colloquio con gli agenti del centrocampista, infatti, è rispuntata questa opportunità. Una sorta di proposta che la Juventus ha ascoltato volentieri: sa che Kanté è cedibile per una cifra adeguata, ci farà un pensiero, ha tanti nomi in mente di cui alcuni ancora non di dominio pubblico. Marotta e Paratici sanno come si fa. Ma Kanté è un giocatore che alla Juve interessa, per caratteristiche; il problema vero sono i costi. Perché nelle intenzioni bianconere non c’è quella di pagare i 25 milioni di euro di clausola rescissoria richiesti dal Leicester: come è stato detto all’entourage del ragazzo, può essere un’opzione solo in caso di sconto per trattare sulla clausola. Altrimenti, sarà difficile vedere Kanté a Torino. 

OCCHIO A ZIZOU - In più, a rendere complessa l’operazione ci si mette la concorrenza: non solo il PSG, anche il Real Madrid sta facendo sul serio per questo ‘motorino’ – come lo ha definito Ranieri – che intriga mezza Europa. Stravede per lui Zinedine Zidane che vorrebbe un uomo di fatica nel cuore del campo, meno entusiasta Florentino Perez da sempre fautore dello spettacolo – e quindi dei giocatori di qualità – per il suo Real. Insomma, le merengues stanno valutando ma ci sono. E la concorrenza anche dalla Premier League aumenta. La Juve lo sa, non vuole fare aste, avrebbe il gradimento di Kanté ma lo prenderebbe solo da vera e propria opportunità, non ai costi della clausola. Segnale chiaro. Perché dal centrocampo bianconero possono arrivare sorprese.