11
Sul match program di Inter-Lazio, pubblicato sul sito ufficiale del club nerazzurro, compaiono le parole dell'attaccante Keita Baldé alla vigilia della sfida alla sua ex squadra: "Quando ero più giovane e giocavamo alla Play prendevo sempre l’Inter. Impazzivo per Adriano, Veron, Martins. Adriano, poi, era fortissimo, davvero fortissimo. In Italia ho sempre tifato per i nerazzurri. Pensa, mio papà, invece, tifava Milan, ma io…".

Sui suoi idoli: "Ho sempre desiderato giocare in attacco, fin da piccolo. Ricordo il mio primo gol a Pescara con la Primavera della Lazio. In quella partita ho fatto anche l’assist del 2-0. C’è un giocatore che ho sempre ammirato, fin dai tempi della Masia, a Barcellona: Samuel Eto’o. Si vedeva il grande rispetto verso tutti i compagni, aveva tantissima personalità, era un idolo".

Sul primo gol a San Siro: "Il boato dei tifosi, vedere la loro esplosione di gioia è stato incredibile, un’emozione difficile da spiegare a parole".

Keita ha poi concluso con un inedito retroscena: "Se non avessi fatto il calciatore, avrei fatto il parrucchiere".