Intervistato da Sky Sport, l'attaccante dell'Inter, Keita Baldé, ha parlato dell'attuale stagione, degli obiettivi di questo 2019 soffermandosi anche sulla possibilità del riscatto del suo cartellino dal Monaco per 35 milioni.

CERTEZZE - "Quel gol all'Empoli ha dato certezze? Sì, diciamo che il 2018 è finito bene. Era importante vincere a Empoli per finire bene e così è stato. Ora dobbiamo iniziare bene per fare sempre meglio e superare le aspettative. Diciamo che quando inizi a fare gol gli altri vengono da soli. Io ho già detto che non avevo fretta, conosco i miei mezzi, serviva solo pazienza ed aspettare che entrasse il primo. Ora spero di fare sempre meglio".

LE PAROLE DI SPALLETTI - "Sono parole piacevoli, ma tutti mi conoscono e penso di essere come lui mi ha descritto. Qui mi hanno accolto molto bene, siamo una grande famiglia. Quello che faccio va alla squadra, gol e assist siano.

EUROPA LEAGUE - "Vincere l'Europa League? Penso di sì, abbiamo una rosa lunga per affrontare le competizioni. Dobbiamo essere fiduciosi e provare ad andare fino in fondo".

RISCATTO - "Non penso al mio eventuale riscatto tutti i giorni. Io penso a lavorare e fare meglio ogni giorno, facendo il mio lavoro. Il tempo dirà cosa succederà".

FUTURO - "Penso che qui all'Inter stanno lavorando benissimo sotto ogni punto di vista. Stanno crescendo, anno dopo anno sarà sempre meglio".

RAZZISMO - "Episodi di razzismo? Vedo difficile che non si ripetano, di gente ignorante ce n'è sempre. Non tutti hanno la stessa educazione, se non imparano da bambini non imparano a 30-40 anni. Non si deve però far pagare 100 persone per 10, ognuno è responsabile".