Un ritorno a casa per tornare grande: non a quella blanca, ma a quella nerazzurra. Mateo Kovacic ha le idee chiare sul proprio futuro: vuole solo l'Inter. Terminato il prestito stagionale al Chelsea, il centrocampista croato fa rientro al Real Madrid ma la sua permanenza è complicata sia dalla presenza di Zidane in panchina, con il quale la scintilla non è mai scattata, sia per i movimenti che le merengues hanno in programma in mediana, con i sogni Pogba ed Eriksen più vivi che mai. Kovacic quindi medita la 'fuga' e l'Inter è la priorità.

IL PIANO - Lo assicura l'edizione odierna de Il Corriere dello Sport, spiegando come il suo arrivo possa essere compatibile con quello di Barella per ingaggio (Mateo percepisce 4 milioni di euro netti a stagione) ma non per spesa del cartellino. In questo senso, il croato è pronto ad aiutare i nerazzurri: Kovacic ha dato la propria disponibilità anche a un trasferimento in prestito con diritto di riscatto ed è pronto a spingere per convincere il Real ad aprire a questo tipo di soluzione. Da parte di Conte, poi, non ci sarebbero problemi: apprezzata la duttilità di Kovacic, che potrebbe agire sia da mezzala che da vice-Brozovic.