9
Marash Kumbulla è in attesa. In attesa di affrontare l'Inter, domani al Bentegodi. E in attesa che si sblocchi una situazione di mercato che al momento resta in fase di stallo. Sì, perché dopo che le big del campionato avevano fatto le proprie mosse nel mese di giugno, l'affare Kumbulla a luglio si è congelato, in attesa che chi di dovere torni a muovere le proprie pedine. 

LAZIO - L'ultima offerta pervenuta all'Hellas Verona per il difensore albanese classe 2000 è ancora quella della Lazio, 20 milioni di euro più un giocatore a scelta tra diverse opportunità, per una valutazione complessiva da 26 milioni che però non ha convinto gli scaligeri, fermi su una richiesta di 30 milioni. Ieri il ds biancoceleste Igli Tare ha parlato di Kumbulla in questi termini:  "E' un giocatore che può essere una pedina importante per il futuro e sarebbe un'opportunità per fare uno sforzo, ma non vogliamo snaturarci". 
INTER - Da gennaio e fino all'offerta della Lazio, l'Inter è stata a un passo da Kumbulla. I nerazzurri, oltre ad avere il sì del giocatore, si erano anche notevolmente avvicinati alla richiesta dell'Hellas. Lo stop interista è stato poi determinato, oltre che dall'inserimento della Lazio, anche e soprattutto dalla decisione di voler puntare su giocatori già pronti e che abbiano già maturato esperienze a livello di grandi club. E' di questi giocatori che Conte ha bisogno, come dimostrano le carenze di personalità mostrate nelle ultime partite. Oltretutto, Marotta ha appena speso 40 milioni di euro più 5 di bonus per il classe 1998 Achraf Hakimi. Aggiungerne altri 30 per un pari età, in questo momento, sarebbe troppo: la priorità dell'Inter in questo momento è rivolta ai giocatori d'esperienza. 

JUVENTUS - I bianconeri per ora sono i più defilati, fra i tre club che si sono interessati a Kumbulla: qualche contatto, nulla di più, quasi un'azione di disturbo nei confronti delle rivali. Anche perché in quel ruolo la Juve ha già il futuro assicurato, con de Ligt (classe 1999) e Demiral (classe 1998).